CERIANO LAGHETTO / SARONNO – Fumata nera per la Gianetti Ruote, ieri sera all’incontro che si è svolto al Mise, convocato dal ministro per lo Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti. Nell’occasione, si apprende da fonti sindacali, i rappresentanti della proprietà (che è di un fondo di investimento tedesco) ha confermato la procedura di licenziamento collettivo di tutti i 152 dipendenti e dunque per ora ha risposto negativamente alla richiesta di “congelare tutto” in vista di eventuali sviluppi.

Alla riunione c’era la viceministro Alessandra Todde, i rappresentanti delle istituzioni locali, dell’azienda e dei sindacati. Confermata, dal fondo tedesco, la decisione di chiudere la fabbrica di Ceriano Laghetto.

Fondata nel 1880 a Saronno la Gianetti ruote ha oggi sede in via Stabilimenti a Ceriano Laghetto dove conta 152 dipendenti. Attualmente produce ruote per camion e per le celebri motociclette della Harley Davidson. E’ di proprietà di un fondo investimenti tedesco, che controlla anche molte altre aziende in svariati settori compreso quello dei giocattoli e del modellismo. E’ ferma dal 3 luglio quando è stata inviata la mail che annunciava lo stop dell’attività nello stabilimento cerianese e l’intenzione di procedere con il licenziamento collettivo.

QUI TUTTI GLI ARTICOLI SULLA VICENDA

(foto: recente manifestazione dei dipendenti Gianetti)

23072021

2 Commenti

  1. Come confermati i licenziamenti nonostante l’ interessamento di dante, Monti e tanti altri parolai.

Comments are closed.