SARONNO – “E’ una sfida che ci impone il Pnrr ma che fa anche parte del mio programma elettorale: collaborare con le altre amministrazioni comunali. Noi lo stiamo già facendo con una decina di comuni del territorio. Abbiamo iniziato da un paio di mesi sulla mobilità dolce, le piste ciclabili e ciclopedonali e l’obiettivo è arrivare a parlare di Pgt”. Sono le parole del sindaco Augusto Airoldi che recentemente è tornato a parlare del tavolo di lavoro per la sostenibilità e la rigenerazione urbana che vede il coinvolgimento – al momento – di una decina di Comuni Solaro, Origgio, Uboldo, Caronno, Cislago, Gerenzano, Turate, Rovellasca, Rescaldina e Lainate.

I primi passi sono stati mossi ai primi di giugno lanciando l’idea di una nuova modalità di lavoro comune per quanto concerne le tematiche legate alla mobilità dolce, alla creazione di corridoi ecologici e alla pianificazione urbanistica di aree limitrofe. “E’ chiaro che ogni Amministrazione alla guida di un Comune del territorio sta progettando proprie opere e ha obiettivi importanti che si prefigge di raggiungere – chiarisce Airoldi – ci sono però interventi che vanno ad impattare su territori diversi dal proprio o che possono fare da traino per il Comune confinante, senza contare che, in fase di reperimento delle risorse, è indubbiamente più semplice trovare finanziamenti se le progettazioni riguardano un’area più vasta e più popolosa che attiene a molteplici Comuni e magari anche provincie diverse”.

Sono state messe sul tavolo alcune questioni di attualità da affrontare in tempi rapidi: dalle ciclopedonali che da Origgio si allungheranno verso Saronno da una parte e verso Lainate dall’altra, al nodo viabilistico troppo trafficato tra Uboldo, Origgio e Saronno, dal progetto di ciclopedonale di Gerenzano che arriverà al confine saronnese, all’opportunità rappresentata da bandi regionali che potranno permettere la creazioni di corridoi ecologici per il collegamento del parco del Lura con il parco delle Groane e altre aree verdi.

Il sindaco Airoldi ha anche idee precise su uno sviluppo più di lungo termine e ambizioso del progetto: “Inizieremo a lavorare con loro sull’aggiornamento del Pgt. E’ uno degli obiettivi della mia Amministrazione, un Pgt con consumo di suolo zero, e la collaborazione coi comuni confinanti sarà importante per concretizzare anche questo importante traguardo”.

9 Commenti

  1. Leggo con stupore che si parla di ciclopiste da Origgio e da Gerenzano e ZERO parole per Uboldo.
    Eppure la priorità dovrebbe essere una ciclopista SICURA che da Uboldo porti alla Stazione FNM Cadorna, passando per Esselunga. I benefici sarebbero enormi, molti che oggi non lo fanno sarebbero incoraggiati a raggiungere la città e la stazione in bici.
    Eppure neanche una parola. ma come è possibile? Cosa dice o pensa il sindaco di Uboldo?

Comments are closed.