YOKOHAMA – E alla fine arrivrò il primo punto segnato dall’Italia in una partita del torneo olimpico: questa mattina alle 7.30 (ora italiana) l’ultima gara delle azzurre contro il Canada. Al terzo inning il doppio dell’ex saronnese Laura Vigna e poi la decisiva valida di Erika Piancastelli (foto). In un match comunque dominato dalle nordamericane, vittoriose 8-1 per “manifesta” con incontro concluso già al sesto inning. Italia dunque che chiude la sua partecipazione alle Olimpiadi in Giappone, perdendo tutti e cinque i match disputati. Esito un po’ impietoso, per le italiane che a tratti e soprattutto contro Usa ed Australia aveva anche mostrato del buon softball ma che hanno pagato dazio soprattutto alle inedite difficoltà in fase di battuta.

Le saronnesi – Bilancio positivo per la capitana del Saronno, Giulia Longhi che in terza base ha fatto buona guardia (pur essendo anche lei ubn po’ mancata alla battuta) e per Andrea Filler, con Vigna la più efficace in attacco dell’Italia e sempre attenta anche in difesa. Mentre si è vista pochissimo la terza saronnese del gruppo, Fabrizia Marrone, che ha giocato solo qualche scampolo di partita.

Il programma – Per la medaglia d’oro domani alle 13 la sfida Stati Uniti d’America-Giappone, preceduta alle 6 dalla sfida per il bronzo fra Canada e la vincente della gara di oggi alle 13 fra Messico ed Australia.

26072021