SARONNO – L’odissea dell’ex assessore Maria Assunta Miglino per avere il green pass si è finalmente conclusa: due giorni fa, dopo tre settimane, la cerificiazione è stata attivata “così ho scongiurato l’ipotesi di dover rientrare a scuola mercoledì 1 settembre con un tampone delle 24 ore precedenti pur essendo vaccinata”.

“Sembrerà incomprensibile – spiega con una punta di amarezza – ma è così perché non sarebbe stata sufficiente la comprovata somministrazione delle due dosi desunte dal certificato scaricato dal mio fascicolo sanitario, nonostante saremmo stati nella scuola in cui insegno da 34 anni e non in una qualunque pizzeria o al cinema. Dura lex sed lex”

Ma cosa è successo? Tutto è iniziato poco prima di Ferragosto quando tentando di andare al cinema l’ex assessore alla Cultura ha scoperto che il suo green pass non risultava valido: “Malgrado avessi fatto entrambe le dosi di vaccino (Astrazeneca il 30 marzo e Pfizer il 21 giugno) – ha raccontato sui social – mi informano che il mio green pass non ero valido. Dallo stesso sembrava che avessi fatto solo la seconda dose non c’era nessuna notizia della prima”
Allarmata la saronnese si è subito attivata con mail e telefonata “preoccupata soprattutto per il rientro a scuola”. Il problema si è risolto solo qualche giorno fa ma per tutta la sua permanenza in vacanza l’ex assessore si è trovata a fare in conti con divieti e proibizioni pur essendo vaccinata.

17 Commenti

  1. I docenti come i sanitari hanno l obbligo del vaccino ed è giusto. Se poi questo non risulta da Green pass è assurdo. È lecita l amarezza ma si sa come vanno le cose. Buon lavoro, prof!

  2. La legge si osserva. Gli insegnanti come lei lo dimostrano perché non si può fare diversamente. Effettivamente sembra assurdo come tante altre cose bisogna avere pazienza e portare rispetto verso le istituzioni. Purtroppo ci sono ancora alcuni insegnanti che si rifiutano di fare il vaccino dando un brutto esempio. I sanitari peggio

  3. la prof non è l’ unica purtroppo ho sentito di altri casi come questo. bisogna sopportare un sistema che dice di difenderci eppure ci danneggia. Il peggio è di chi si rifiuta di fare il vaccino. pazienza , un saluto.

    • Ma basta baggianate che “il Sistema” con vaccini e altre misure ha portato i ricoverati per covid quasi a zero, naturalmente chi oggi finisce in intensiva sono solo NON VACCINATI!

      • Le prove? Solo notizie da TG o anche dati ufficiali?
        Che dati ufficiali di Israele e Inghilterra dicono esattamente il contrario.
        Da noi in Italia invece pare che i vaccinati diventino tutti santi e con corpi immortali.
        Ma questa è fede, non scienza.

        • Guardi che anche i dati di Inghilterra e Israele lo dicono i telegiornali… In ogni caso è una dittatura sanitaria, il covid non esiste, ci iniettano il 5g e la terra è piatta… Così è piu felice

  4. Qualche disservizio purtroppo può accadere. È andata molto peggio ai cittadini lombardi che, nei primi mesi di gestione aria, con spesa enorme, si sono trovati a dover fare il tour della lombardia per vaccinarsi … Li però non l’ho sentita lamentarsi… Sicuramente un caso… Fortunatamente poi hanno deciso di cambiare e appoggiarsi gratuitamente alle poste

      • Si informi, regione ha speso 10 milioni per un programma che poi ha dovuto rottamare per passare a poste che lo ha dato gratuitamente come lo aveva dato gratis già ad altre regioni

  5. Ognuno deve fare la sua parte…. Nn è accettabile che a fronte di un obbligo adempiuto da un cittadino lo stesso sia danneggiato da un disservizio del sistema. Nn è il cittadino che deve impazzire per risolvere il problema tra mail, call center ecc… Altro che pazienza….. Forse dobbiamo cominciare ad arrabbiarci…….

    • Una su quante decine di milioni di green pass?
      Dai adesso alla signora dedichiamo una Via a Saronno cosi la ripaghiamo dei grandi sforzi. (sono ironico si capisce vero?)

    • Io sono già mto arrabbiato!!! ….. con chi, potendolo fare, non si vaccina !!
      E anche con chi si lamenta per la necessità di utilizzare il green pass (ricordiamolo: a tutele di tutti)!

      • Che tutela darebbe il Green Pass se anche un vaccinato può contagiarsi e contagiare?
        Questi vaccini non Immunizzano, riducono i sintomi che uno ha se viene contagiato.
        Smettiamola con i vari “credo nella scienza”, e guardiamo i dati,.
        Nemmeno AIFA certifica l’immunità.
        Stando così le cose, il Green Pass crea una illusione di immunità e una falsa sicurezza che può essere peggio del virus stesso.

      • La verità è che nessuno vuole rinunciare alla propria Libertà anche a scapito di quella dagli altri.

  6. Ci sono cose peggiori nella vita di tutti i giorni. Se la sua croce è stata solo questa….

  7. Io credo che l’ex assessore abbia avuto una “corsia preferenziale” x vedere risolto il suo problema in così poco tempo.
    Anche mio figlio ha un Green Pass non valido perché non risulta che, oltre all’unica dose di vaccino ricevuto, è stato anche ammalato di Covid (quindi non deve fare la seconda dose di vaccino).
    Da fine luglio stiamo cercando di risolvere il problema, ma per ora non abbiamo ricevuto alcuna risposta né dal Ministero della Salute, né da ATS, a cui abbiamo segnalato per iscritto il problema (come ci è stato detto di fare).
    Mi piacerebbe proprio sapere cosa ha fatto la signora Miglino per ottenere la soluzione al suo problema in tempi così brevi.
    Mio figlio dovrà fra poche settimane iniziare l’università e senza Green Pass non potrà frequentare.
    Grazie.

Comments are closed.