SARONNO – Lunedì 6 settembre riprendono i corsi di Scherma Saronno alla palestra del Collegio Arcivescovile “Castelli” in piazza del Santuario.

Da cinque anni la società promuove questo storico sport di tradizione olimpica.

“Niente ha fermato la società saronnese nella realizzazione del proprio progetto tecnico ed educativo, nel saper coinvolgere atleti di ogni età, dai più piccoli agli adulti. Anche la difficile situazione pandemica è stata affrontata con serenità e nel rispetto dei protocolli sanitari per consentire il regolare svolgimento delle attività che hanno permesso il conseguimento di ottimi risultati nell’organizzazione delle gare disputate lo scoro anno a Gerenzano”.

I bellissimi traguardi raggiungi da alcuni atleti come il primo posto in Lombardia nella classica finale della categoria “maschietti” di Matteo Graziano, il terzo posto nella categoria “bambine” di Margherita Canettoli, il primo posto nella prova di qualificazione regionale under 17 di Pierluigi Canettoli, non sono un esito casuale ma il frutto dell’impegno che lo staff tecnico e gli stessi ragazzi hanno profuso nel loro lavoro per sviluppare gli elementi di base della pratica schermistica: velocità, flessibilità, coordinazione, tattica, spirito di osservazione, perseveranza e autocontrollo.

“La scherma, tuttavia, non è solo tecnica. È in grado di offrire a chi la pratica un percorso di crescita globale sul piano personale e relazionale: rafforza il carattere, insegna a gestire correttamente la propria aggressività, sviluppa i valori della lealtà, guida all’ accettazione e al superamento dei propri limiti.
Infine, attraverso il confronto rispettoso con gli avversari, permette di superare il concetto di sport individuale e di acquisire lo spirito di squadra”

Domani 12 settembre in villa Gianetti dalle 15 alle 19 in occasione della manifestazione comunale “Sport al Centro”. Anche in questa occasione sarà possibile vedere dal vivo e sperimentare la pratica schermistica.

Scherma Saronno è quindi pronta ad accogliere in un ambiente sicuro, preparato e accogliente, gli atleti vecchi e nuovi che vorranno incrociare le lame delle loro spade sulle pedane della propria palestra.