SARONNO – “Don Armando prima di salutarci è il momento dei regali e delle sorprese”. Così il diacono Massimo Tallarini ha annunciato il momento finale della messa con cui oggi la comunità pastorale Crocifisso Risorto ha salutato l’ormai ex prevosto don Armando Cattaneo.

Prima il regalo della comunità: un restauro di un particolare della chiesa di San Francesco che don Armando non solo ha amato ma di cui si è preso cura per tutta la sua permanenza in città: “Hai davvero fatto tutto il possibile per l’arte e il patrimonio della nostra comunità – ha concluso il diacono – e a nome tuo con le offerte raccolte restauremo un affresco della chiesa di San Francesco che abbiamo stampato su tela in modo che tu possa portarlo con te”. Un quadro anche il dono dell’Amministrazione comunale che ha regalato a don Armando un particolare dell’affresco della cupola del Santuario il  “Concerto degli angeli”. Al momento della consegna il sindaco ha ricordato come nei suoi 9 anni a Saronno il religioso avesse mostrato l’impegno per l’arte, per la sostenibilità e quello dell’accoglienza. “Soprattutto accogliere persone arrivate coi barconi ti ha portato molto critiche ma hai saputo andare avanti con le tue idee e i tuoi progetti”.

Un regalo l’ha voluto anche fare don Armando alla comunità consegnando a tutti coloro che sono arrivati a salutarlo una copia gigante del cantico delle creature. Quindi dopo l’abbraccio dei fedeli la festa è continuato all’oratorio con il pranzo comunitario.