SARONNO – Dal 16 al 22 settembre si celebra la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile. In Italia è promossa dal MITE – Ministero della Transizione Ecologica (https://www.mite.gov.it/pagina/settimana-europea-della-mobilita-2021) e nel 2021 si celebra la ventesima ricorrenza. Legambiente si muove su diversi fronti:

Ambiente Saronno – circolo di Legambiente, a livello locale supporta e diffonde le iniziative, invita tutti a partecipare e prendere consapevolezza ulteriore sul tema e lancia un appello alle istituzioni (amministrazione comunale, polizia locale e volontariato) con il decalogo di proposte per la mobilità sostenibile:

1) che venga ripristinato al più presto e in maniera diffusa il servizio PEDIBUS per tutte le scuole. Le precedenti esperienze positive (che sono state in parte rallentate dalla pandemia) devono ritrovare slancio come pilastro della mobilità sostenibile saronnese;
2) che vengano promosse iniziative di diffusione dell’uso della bici come mezzo per raggiungere le scuole, contestualmente all’ampliamento e completamento delle infrastrutture ciclabili necessarie;
3) per chi non usufruisce del trasporto a piedi o di altri mezzi più sostenibili, che vengano identificati dei punti di accompagnamento dei bambini non davanti all’ingresso delle scuole stesse ma in corrispondenza di punti periferici della città evitando di intasare la viabilità quotidiana mattutina; da associare a percorsi sicuri e tracciati per gli studenti;
4) che venga promosso e potenziato maggiormente il TPL, non solo a favore della mobilità degli studenti e dei lavoratori, ma anche finalizzato a un progressivo abbandono del mezzo motorizzato privato da parte dei cittadini e a favorire l’integrazione intermodale, anche con la mobilità dolce;
5) tariffazione modulata del costo dei parcheggi (meno cari in periferia per decongestionare il centro);
6) sviluppo, implementazione e promozione di soluzioni di sharing mobility;
7) razionalizzazione ed estensione delle aree precluse alle autovetture nonché delle vie con limite di velocità a 30/km;
8) ampliare e rendere sicure le velostazioni dello scalo ferroviario di Saronno offrendo in prossimità servizi di ciclofficina;
9) predisporre un numero adeguato di stalli per biciclette in diversi punti della città garantendo adeguati livelli di sicurezza;
10) completare al più presto il piano di abbattimento delle barriere architettoniche.

La proposta è stata sottoscritta anche dal Comitato Viaggiatori TPL Nodo di Saronno. Ci auguriamo che queste proposte possano essere raccolte e ove possibile meglio sviluppate e implementate per il beneficio collettivo in termini di ambiente e salute. L’associazione Ambiente Saronno si rende disponibile ad essere coinvolta e a collaborare negli specifici tavoli di lavoro.

A livello regionale Legambiente Lombardia si impegna in una discussione aperta nella iniziativa Forum Spazio Aperto 2021 (link all’evento –> https://www.eventbrite.it/e/biglietti-forum-spazio-aperto-stecca-30-mattina-venerdi-17-settembre-170517805346?aff=), primo appuntamento dedicato alla rigenerazione urbana a Milano venerdì 17 Settembre: i temi trattati riguardano equità di accesso alle risorse e ai servizi, rigenerazione degli spazi, forestazione urbana, trasporto collettivo e condiviso, ciclabilità diffusa. Gli stessi temi che caratterizzano la città di Saronno nel dibattito cittadino sul tema urbanistica.

A livello nazionale è stato promosso il Giretto d’Italia (https://www.legambiente.it/comunicati-stampa/giretto-ditalia-bike-to-work-2021/): obiettivo dell’iniziativa è promuovere un numero sempre maggiore di spostamenti casa-lavoro e casa-scuola in sella alla bicicletta o attraverso l’utilizzo di altri mezzi di micromobilità elettrica e incentivare, al contempo, il lavoro agile. Perché ogni lavoratore in smart working è anche uno spostamento risparmiato.

1 commento

Comments are closed.