SARONNO – “Malgrado un’amministrazione che si era professata in prima linea per la trasparenza continuaiamo ad essere all’oscuro sulla situazione delle bonifiche dell’ex Isotta Fraschini, malgrado sia un tema tanto delicato e importante che la maggioranza ha creato una delega ad hoc per seguirlo”.

Sono le parole del consigliere comunale Gianpietro Guaglianone che partendo anche dalla sua esperienza di assessore all’Ambiente torna a chiedere trasparenza sulle bonifiche della grande area dismessa tra via Milano e via Varese.

“Ho sempre seguito le bonifiche nel ruolo di assessore dandone notizia ai cittadini e credo che sia importante continuare a farlo con le possibilità che mi dà il mio incarico di consigliere. A gennaio ho chiesto all’Amministrazione una maggior informazione (con una maggior tempestività) sugli sviluppi sulle bonifiche dell’ex Isotta ed ho aspettato fiducioso ma ci sono stati mesi di assoluto silenzio”.

Guaglianone ha però deciso di sollecitare l’Amministrazione:”Ora spero che il nuovo consigliere delegato Cristiana Dho, a cui faccio gli auguri di buon lavoro, possa fare un po’ di chiarezza sulla situazione delle bonifiche. Ad inizio estate si è parlato di una bonifica per un uso temporaneo di parte dell’area ma tutto sembra essere sfumato per la mancata convocazione di una conferenza dei servizi. A distanza di un anno con il progetto della collaborazione con l’Accademia di Brera da realizzare credo che un informativa alla città sia doverosa”.

E chiosa: “L’ex Isotta è un tassello importante per lo sviluppo della nostra città il sindaco Augusto Airoldi ce l’ha ripetuto più volte in campagna elettorale almeno tante quante volte ha detto che la sua Amministrazione avrebbe comunicato e sarebbe stata più trasparente più della precedente. Speriamo che il nuovo consigliere comunale delegato possa aiutare il primo cittadino a concretizzare entrambe queste promesse elettorali”.

9 Commenti

  1. Ma l assessore che aveva sempre da dire qualcosa sulle bonifiche dell area ex Cantoni non parla più?

  2. Signor Guaglianone, in qualità di consigliere comunale ,non deve fare altro che rivolgersi alla proprietà e formulare tutte le domande che ritiene opportune.
    Elementare!

  3. Perché non siete stati altrettanto solerti nelle medesime richieste riguardo ad area Aldi??

Comments are closed.