SARONNO – Stamattina a Radiorizzonti ha parlato l’allenatore dell’Fbc Saronno Niccolò Taroni, all’indomani della vittoria 1 a 0 contro il Cantù: “Nel primo tempo abbiamo fatto fatica, avevamo la palla ma abbiamo concesso troppo. Poi ci siamo ripresi, non era mancanza di impegno ma di supremazia territoriale”.

“Arrivavamo da una sconfitta pesante, 4 a 0 con la Solbiatese. In più i defensori non erano abituati a giocare con 3-5-2 come hanno iniziato a fare con me. Non è il sistema di gioco definitivo ma in un mese non posso lavorare su 3 sistemi”. Sul suo modo di allenare dice “Cerco di non evidenziare gli errori se non sono di tattica o di scelta, è inutile dire al portiere di parare”, le parole di Taroni. Settimana prossima il Fbc giocherà contro la Solarese a Bollate. L’addetto stampa della squadra, Matteo Romanò si è poi soffermato sui problemi dello stadio saronnese, il “Colombo Gianetti” di Saronno in via Biffi: “Dal 10 si potrà giocare, iniziare prima comporterebbe solo che si rovinerrebe subito l’erba. Non è stata colpa di nessuno, semplicemente la pompa di irrigazione si era rotta, ora è stata aggiustata e il campo riseminato”.

27092021