ROVELLASCA – Nell’ambito dell’operazione denominata convenzionalmente «Terre Fantasma» (già oggetto di comunicato stampa diffuso) cui hanno dato esecuzione, congiuntamente, Carabinieri del Comando Compagnia di Cantù, del Gruppo Forestale di Como e della Compagnia della Guardia di Finanza di Olgiate Comasco, sono stati notificati avvisi di garanzia, nell’ambito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Como, per i reati di corruzione in concorso e abuso d’ufficio a due amministratori locali del comune di Rovellasca.

Le investigazioni, infatti, hanno fatto emergere altresì elementi a carico dell’allora vice sindaco del comune di Rovellasca, il quale, garantendo l’inerzia dell’amministrazione locale nel perseguire le attività illecite, riceveva in cambio lavori edili consistenti in opere di scavo e riempimento presso la propria abitazione privata; nonché del responsabile dell’ufficio tecnico comunale, il quale, informato delle gravi e ripetute violazioni di legge, ometteva di perseguirle. Per tali motivi, risultano indagati, presso la Procura di Como, in concorso per abuso d’ufficio, mentre il vice-sindaco anche per corruzione. Per entrambi, si procederà in stato di libertà.

QUI L’OPERAZIONE TERRE FANTASMA