SARONNO – Il traffico rischia di andare in tilt alle porte di Saronno, mentre si profila l’ora di punta, con la situazione dunque che potrebbe ulteriormente peggiorare. La zona interessata è quella al confine fra Ceriano Laghetto e Solaro e della Saronno-Monza: dopo che il tribunale di Monza ha respinto il ricorso dei sindacati contro i licenziamenti e la decisione, oggi, della proprietà della Gianetti ruote di transennare la zona dove c’era il presidio permanente di protesta dei dipendenti, le maestranze hanno deciso di spostarsi per la strada.

E’ stato annunciato un “presidio a oltranza”; sul posto ci sono per ora una ventina di persone che hanno bloccato la provincia 133 che collega la zona industriale di Ceriano Laghetto alla vicina Solaro. I dipendenti si sono seduti direttamente per la strada, bloccando l’accesso alla zona industriale di via Stabilimenti.

QUI TUTTI GLI ARTICOLI SULLA VICENDA

Fondata nel 1880 a Saronno la Gianetti ruote ha oggi sede in via Stabilimenti a Ceriano Laghetto dove conta 152 dipendenti. Attualmente produce ruote per camion e per le celebri motociclette della Harley Davidson. E’ di proprietà di un fondo investimenti tedesco, che controlla anche molte altre aziende in svariati settori compreso quello dei giocattoli e del modellismo. E’ ferma dal 3 luglio quando è stata inviata la mail che annunciava lo stop dell’attività nello stabilimento cerianese e l’intenzione di procedere con il licenziamento collettivo.

21102021

1 commento

  1. Oggi non c’erano i soliti sindaci in cerca di visibilità!
    Massima solidarietà per queste persone

Comments are closed.