UBOLDO – Imbrattamenti alla chiesa di San Cosma e Damiano, nella omomina via di Uboldo: i writers si sono divertiti ed ora si è a caccia dei responsabili, ma non ci sono testioni oculari dell’accaduto. Negli ultimi giorni sui muri esterni del tempio sacro sono comparse scritte e disegni, sostanzialmente incomprensibili, in alcuni casi la “firma” dei graffittari stessi, entrati in azione con le bombolette spray.

Se individuati i responsabili rischiano di dover pagare, loro o le loro famiglie nel caso di minorenni, tutte le spese per la ritinteggiatura, una multa e rischiano anche una eventuale denuncia all’autorità giudiziaria.

In zona non si tratta di un episodio inedito, in passato ne erano accaduti anche in altre località del Saronnese ed a Saronno era anche comparsa una bestemmia sul muro di una chiesa, suscitando il vivo sconcerto dei fedeli. Niente di tutto ciò a Uboldo, dove scritte e disegni, quanto meno, non sono osceni e blasfemi.

(foto archivio)

21102021

4 Commenti

  1. Lo fanno anche perchè se individuati e, magari minorenni, rimangono impuniti e nessuno paga, e poi, qualcuno ha il coraggio di definirle bravate.
    Questo è il frutto del buonismo dei tempi moderni.

  2. Tempio sacro? Oramai non è percepito più così. E per chi non lo sapesse la bestemmia è un reato solo amministrativo

  3. La censura o policy, come dite voi, può servire su commenti non veritieri o offensivi ma, quando una persona fa riferimento a una notizia o commento che avete VOI avete pubblicato e, non accettate di confrontarle con quelle nuove, DIVERSE dalle precedenti, ognuno di noi che vi seguiamo, capisce con chi ha a che fare !

Comments are closed.