SARONNO – A poche ore dall’inizio del weekend del Trasporto appare acclarato che la cerimonia di consegna delle civiche benemerenze quest’anno non si terrà. Sospesa? Annullata? Cancellata? Ancora non si sa.

Tradizionalmente la statuina, il distintivo e la pergamena vengono consegnati ai saronnesi che si sono distinti nei diversi ambiti (cultura, sport e sociale) in una cerimonia ufficiale in Sala Vanelli il sabato pomeriggio prima della processione del Trasporto. Per la processione si conosce tutto (orari, misure anticovid e location) ma sulla Ciocchina regna il silenzio. Almeno ufficialmente.

Si parla molto di una decisione presa dalla Giunta comunale settimana scorsa ma nulla è stato comunicato ufficialmente. Si sa che il regolamento della civica benemerenza è in fase di revisione da parte della commissione dopo che nel 2019 era stato modificato dall’Amministrazione del sindaco Alessandro Fagioli che aveva aperto alla possiblità di rendere la ricorrenza mobile. L’anno scorso a causa dell’avvio della seconda ondata il sindaco Augusto Airoldi aveva deciso di non assegnare le benemerenze anche per l’impossibilità di tenere la cerimonia in presenza ma oggi gli eventi cittadini si susseguono nel rispetto delle norme anticovid.

L’ultima Ciocchina consegnata risale alla primavera 2020 quando il sindaco Alessandro Fagioli volle insegnire il personale dell’ospedale di Saronno per la dedizione dimostrata durante la lotta al Covid.

L’ultima cerimonia in Sala Vanelli (attualmente off limits a causa della manutenzione alle vetrate) risale al 2019 quando si tenne una versione decisamente rosa in cui vennero insignite Bambina Basilico, Chiara Franza, il Saronno Softball, l’ostetrica Carla Uboldi, Emilia Beretta e Aurora Scalia.

3 Commenti

  1. AAA cercasi Sindaco per Saronno!
    … a Saronno anche per le civiche benemerenze il sindaco non esiste.

  2. hanno siegato il motivo della sospensione, prima di scrivere inforfarsi non fa mai male.

Comments are closed.