SARONNO – Nel week end tra il 30 e il 31 ottobre si è disputato a Plzen, in Repubblica Ceca, cittadina a circa 100 chilometri dalla capitale Praga, la ventunesima edizione del Euro Grand Priz, competizione interazione con gare di karate. Gara competitiva a cui hanno partecipato  molti atleti quotati di diverse nazionalità tra cui spiccava la presenza dell’atleta Irina Zaretska, fresca vincitrice della medaglia d’argento alle Olimpiadi di Tokyo.  

Ottima la prestazione della saronnese Alessandra Bossi  che vince la medaglia di bronzo nella gara di kumite individuale, cedendo il passo solo in semifinale alla forte atleta dell’Azerbaijan presente con la nazionale giovanile e vincitrice poi della gare, rifacendosi però poco dopo vincendo nettamente la finale per il terzo posto contro l’atleta Belga. Buon test per la saronnese in vista delle prossime competizioni in calendario come i campionati italiani assoluti di Ostia e la “Youth League”, la coppa del mondo giovanile ai primi di dicembre.

Le competizioni sono state avvincenti sia nelle gare di Kata (forma) sia di Kumite (combattimento) riscuotendo l’approvazione dei presenti. Per motivi di sicurezza, l’accesso al palazzetto era limitato ai soli atleti ed ai coach, esibendo il green pass ed un tampone con esito negativo. Un successo globale dell’evento che sicuramente porterà la maggior parte degli atleti a gareggiare in questa competizione anche l’anno prossimo.

02112021

1 commento

  1. Certo che definire “cittadina” Plzen (ossia Pilsen, città notissima per la birra Ceca e quarta città per popolazione della Rep. Ceca) non si può leggere….. Se Plzen è una “cittadina” mi chiedo Saronno come si può definire….

Comments are closed.