ORIGGIO – GERENZANO – UBOLDO – Il copione è noto e si ripropone sempre nello stesso modo. Un automobilista lascia l’auto in sosta in un parcheggio (quello della zona commerciale di via 4 novembre o in via Per Saronno ad Origgio, nel posteggio di via Inglesina a Gerenzano, o alle porte delle aree verdi in periferia ad Uboldo) e appena si è allontanato arriva il malvivente.

Armato di sasso o oggetto contundente sfonda un finestrino e poi passa al setaccio l’abitacolo: cassetti del cruscotto e portaoggetti delle portiere vengono rovesciate su sedili e tappettini e il contenuto passato al setaccio.

Sparisce tutto quello che può avere un valore anche risicato (monetine, sigarette a volte persino caramelle e snack). In genere il bottino non supera il valore di dieci euro ma quando l’automobilista torna a prendere l’auto si ritrova con danni per centinaia di euro e con la necessità di organizzarsi per sostituire il finestrino.

Un problema che negli ultimi giorni si è riprensentato con frequenza nel Saronnese soprattutto nelle zone più defilate dove le vetture restano in sosta più a lungo e magari anche nottetempo. A Saronno la situazione è a rischio nella zona di viale Escrivà e nelle aree di sosta periferiche tra la Cassina Ferrara e Solaro.

L’invito agli automobilisti è sempre quello a non lasciare oggie

01122021

2 Commenti

  1. E se li vedi non puoi fargli nulla.
    E se li denunci due ore dopo sono di nuovo in giro.

    Alla fine paghi la riparazione e basta. Almeno, per ora, non devi anche ringraziare.

Comments are closed.