LAZZATE – “C’era quello con le spade infilzate nella schiena, l’altro con la giacca aragosta. Siamo stati ostaggi di questo inutile circo per quasi 20 giorni. Hanno trasformato la terza Assemblea del paese, il Consiglio regionale della Lombardia, nel palcoscenico per un manipolo di consiglieri trasformati in pessimi teatranti”. Così il vicecapogruppo del Carroccio al Pirellone, Andrea Monti, assessore a Lazzate ed esponnte della Lega, commenta le esternazioni della minoranza consiliare durante la discussione della riforma sanitaria che è avvenuta in Regione Lombardia, a Milano.

“La cosa più grave? Non si è capito cosa volessero. Noi andiamo avanti, ricominciamo a correre e a far correre la Regione Lombardia. Lo dobbiamo ai lombardi”, conclude il leghista Monti.

Ormai da parecchi giorni al Pirellone, sede milanese di Regione Lombardia, si sta dibattendo della riforma della sanità lombarda con il confronto fra la maggioranza di centrodestra e le altre forze politiche.

(foto: il consigliere regionale, ed assessore comunale a Lazzate, Andrea Monti della Lega)

01122021

6 Commenti

  1. Infatti la maggioranza ( Lega) ha votato in solitudine la sua riforma sanitaria. Una occasione persa per tutti i lombardi che non ne possono più di questi governatori incapaci.

  2. sono i lombardi ad essere ostaggio di incapaci pronti solo a fare poltronifici per le loro lobby

Comments are closed.