SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo la nota di Obiettivo Saronno in merito all’aumento della retta Focris.

Obiettivo Saronno, in linea con la trasparenza e la condivisione che ci contraddistingue, comunica di aver appreso dal Presidente della Fondazione Casa di Riposo Intercomunale di Saronno (Focris) Tommaso Mascarello la necessità, confermata dal Consiglio di Amministrazione della struttura, di aumentare la retta giornaliera di 4 euro, con l’obiettivo di garantire la presenza di una realtà fondamentale per la nostra città, mantenendo una qualità di servizio in linea con il decoro che da sempre è stato riservato agli ospiti.

Questa decisione si è resa necessaria dopo un periodo alquanto critico, causa le difficoltà della crisi pandemica, che per molto tempo ha limitato i posti letto, e le recenti difficoltà correlate alla congiuntura macroeconomica, quale, per esempio, l’aumento di gas e luce, mettendo a rischio la sopravvivenza della struttura stessa.

L’aumento della retta giornaliera corrisponde al 2,8% su base annua per gli anni 2021 e 2022, peraltro in linea con l’inflazione attesa.

A differenza di quanto accaduto negli anni passati, Obiettivo Saronno esce allo scoperto e si prende la scomoda responsabilità di appoggiare la decisione del Cda che, a nostro avviso, non poteva più essere procrastinata.

Crediamo che questo, nonostante consapevoli di un maggiore impegno economico per le famiglie, debba essere apprezzato soprattutto da chi è ospite della struttura, in virtù della possibilità di poter usufruire della continuità di un servizio che, in questo periodo di estrema difficoltà per quasi la totalità di strutture paritetiche, non deve essere dato per scontato.

La nota prosegue con la dichiarazione del presidente di Focris Tommaso Mascarello.

“Dovevamo scegliere se ridurre i servizi ai nostri ospiti o aumentare la retta, come hanno fatto molte altre realtà sul territorio.

Abbiamo deciso che la dignità degli ospiti e dei lavoratori valga molto di più dell’aumento che il Cda ha deliberato.

Abbiamo vissuto momenti di estrema difficoltà, che hanno richiesto sforzi estremi da parte del personale, al fine di garantire un’assistenza di qualità durante la pandemia.

Nonostante la consapevolezza di un maggiore impegno economico da parte delle famiglie, riteniamo di avere effettuato la scelta più corretta, con la consapevolezza di offrire un servizio sempre più qualificato, nel rispetto della dignità di ogni nostro ospite”.

18 Commenti

  1. Che bravi.

    Peccato che hanno fatto due anni di campagna elettorale dicendo che la Forcris fosse amministrata malissimo e che i soldi, nella migliore delle ipotesi, venivano spesi male.

    Poi arrivano loro, non trovano nessuno spreco e sono obbligati ad amentare la retta, a conferma di essersi inventato il fatto che la struttura fosse amministrata male.

    Gente che vive in mondi di fantasia paralleli e che, messa alla prova dei fatti, non può che fare peggio di quelli di prima.

  2. Ah quindi adesso Obiettivo Saronno parla a nome di tutta la maggioranza e del CdA della Focris, in cui peraltro il comune di Saronno è in minoranza?

    Poi li trovi sui social o negli incontri dal vivo a cui partecipano 4 persone a dire che sono collaborativi…

    Vanno da soli, resteranno.soli.

  3. Qua l’è la retta mensile attuale? O meglio qual’e la spesa media mensile visto che sento fare cifre molto alte?

    • La trova sul sito, tra laltro se è quella è sicuramente tra le meno care della zona

  4. Perché Obiettivo Saronno non ha ritenuto opportuno subito divulgare questo comunicato? Perché ha aspettato che un cittadino sollevasse il problema?
    Forse perché tutte le “energie” di Obiettivo Saronno erano, negli ultimi tempi, concentrate sul commercio?
    Inoltre, leggo sull’articolo: “La nota prosegue con la dichiarazione del Presidente di Focris Tommaso Mascarello…”. Mi risulta strano che il Presidente di una fondazione parli tramite un comunicato stampa di una forza politica (Obiettivo Saronno), anziché con un comunicato stampa ufficiale della Focris.
    Per completezza di informazione: Tommaso Mascarello è stato candidato consigliere comunale (non eletto) alle scorse elezioni saronnesi per Obiettivo Saronno e successivamente indicato dalla stessa Obiettivo Saronno alla Presidenza di Focris.

    • Per la prima volta, forse sarà l’unica per il momento poi si vedrà, ci troviamo d’accordo con il commento espresso dal dr. Rimoldi (SALUTI! dai comuni amici).
      Non abbiamo niente da aggiungere, ne da commentare.

      AIROLDI!!!! (il sindaco che non esiste).

      • Sig. Anonimo,
        ho letto con simpatia il Suo scritto e devo dire che mi ha provocato un certo sorriso. Sicuramente la conosco (mi parla di comuni amici) e forse sono anche in grado di fare il Suo identikit.
        Devo anche dire che dissento nettamente da quanto scritto nell’ultima riga del Suo commento : “AIROLDI!!!! (il sindaco che non esiste)”. E questo perché ritengo che Airoldi si sia dimostrato un ottimo Sindaco!
        Lei è quasi sicuramente lo stesso anonimo che urlava “AIROLDI!!!” e che ora dice che il Sindaco “non esiste”. Che si tratti della stessa persona ritengo ne sia la prova l’ultima riga del Suo commento.
        Disapprovo il Suo comportamento soprattutto perché Lei si nasconde con l’anonimato. Mi spiace che Lei, Signor Anonimo, non si sia ancora accorto che sostanzialmente “anonimo” è sinonimo di “inesistente”. Mi spiace soprattutto che Lei sia molto ripetitivo, ripete spesso le solite parole nei confronti del nostro Sindaco e ripetere in continuazione non è un buon segno…
        A risentirci. Saluti cordiali ai comuni amici e anche a Lei, simpatico commentatore.

  5. Ecco che iniziano ad aumentare i costi dei servizi per “gli ultimi” e poi regalano le luminarie ai commercianti che non sono nemmeno residenti a saronno per la maggiorparte. Obiettivo raggiunto!

  6. No signori, le vostre scelte sono:
    aumento retta anziani nelle case di riposo per poi spendere i soldi per cortile palazzo visconti o per le luminarie. Complimenti!

  7. Vergogna! Nessuna rsa della zona ha aumentato la retta. Non siete in grado di amministrare e i più deboli pagano le vostre scelte!

  8. Siete al governo della città. Inutile campare scuse. Se volevate potevate destinare maggiori risorse per la Focris, invece avete SCELTO di far ricadere i costi sui poveri anziani. Ci ricorderemo alle prossime elezioni.

  9. Gesto sgradevole. 4 euro al giorno per 365 gg all anno a gente che già fa fatica a pagare per voi è niente? Sono 1460 euro all’anno, perché non lo dite così?

Comments are closed.