SARONNO – “Qualcuno si aspettava le lucine di Leggiuno, altri le proiezioni di Como o la ruota panoramica di Busto. A oggi, nel primo week end di Dicembre, a Saronno c’è solo l’albero verde e immacolato. Nessuna luce, nessun nota musicale in centro come nelle strade limitrofe. Laddove negli scorsi anni erano luminarie oggi è solo il buio e il silenzio ad accompagnare la sera”.

Inizia così la nota di Forza Italia sulle luminarie che a Saronno, a differenza di molte quasi tutte le altre città del comprensorio, ancora non ci sono.

“Eppure con un assessorato dedicato alla promozione del territorio e un assessorato al commercio alla ribalta delle cronache in queste settimane, ci saremmo aspettati qualcosa di più per la città e a favore del commercio stesso.

Una città triste è quella che accoglie quanti decidono di spendere nei negozi di vicinato.

Non si respira l’atmosfera natalizia e sappiamo bene tutti quanto questa sia importante per invogliare a venire a Saronno e a spendere a Saronno. Nulla di tutto ciò. Eppure voci ben informate e le dichiarazioni stesse del primo cittadino ci parlano di 10.000 euro destinati (per la prima volta si dice) alle luminarie e al Duc. Fondi che a ben vedere proverrebbero da Regione Lombardia. Ci si aspetta anche meravigliose installazioni donate alla città da un nostro concittadino illustre.

Insomma, la città delle meraviglie ancora non ha acceso le sue luci. Ci chiediamo il perché non sia stato programmato per tempo, perché solo a Saronno si respira quest’aria così triste.

E in ultimo, ci chiediamo come spiega tutto ciò il nostro ex forzista Luca Amadio, attuale presidente della commissione commercio e sensibile portavoce dell’amarezza e della delusione dei commercianti espresse in emendamento proprio nell’ultimo consiglio comunale e che anche noi abbiamo avuto modo di verificare.

42 Commenti

  1. Il bello è che loro che pensavano di essere i più bravi sono riusciti a fare peggio. Airoldi dimettiti!

  2. È il nuovo natale europeo in rispetto degli altri, approvo Saronno città europea, peccato per l’albero tagliato

    • Un rigoglioso pino tagliato per far l’albero di Natale in piazza val bene 4 bagolari “salvati” in via Roma.
      Questa è la tua Saronno “città europea”?
      Tutto ciò forse non ti sembra un controsenso?

    • Questa desolazione è frutto di una unica scelta sbagliata: aver eletto questo sindaco.
      Cara “Saronnese” forse sarebbe stato meglio pensarci prima di imbucare la scheda nelk’urna elettorale, ormai è troppo tardi e non ci resta che goderci questa immensa desolazione.

  3. Ieri in piazza mi veniva quasi da piangere a vedere l’albero così spoglio e senza luci. Natale non pervenuto a Saronno

  4. Voi che avete reso ridicola la città con sluminacchio fareste meglio a tacere!

    • Beh, non c’è mai fine al peggio. Ora direi che peggio di così.. Soprattutto tenendo conto che questa amministrazione ha a cuore il commercio, il brand della città e ha anche un assessorato ad hoc. Poi è trasparente, è vicina alla gente.. insomma sono tanto più bravi che in tutti i paesi limitrofi l’atmosfera c’è e qui neanche l’ombra.

    • A questo punto forse meglio “sluminacchio” che un pino a cui è stata impedita una lunga esistenza vegetativa .

    • Ehm… Rispetto l’attuale desolazione era meglio persino Sluminacchio… Ci voleva moltissimo per fare peggio: ci siete riusciti

  5. Mamma mia che polemiche di cortile!!!!
    Fosse per me lascerei le iniziative di intrattenimento ai privati ed il Comune interessarsi a cose più essenziali.

  6. Più che chiedersi “Che fine hanno fatto luminarie, eventi ed installazioni?”, forse è il caso di domandarsi tutti insieme “Che fine ha fatto Airoldi, persona che riveste l’incarico di sindaco di Saronno?”
    Risposta facile facile che è sulla bocca di tutti i cittadini saronnesi e non che vivono Saronno:
    AIROLDI!!!! è iun SINDACO che NON ESISTE!
    …. noi lo stiamo dicendo da parecchio tempo e finalmente anche Forza Italia se n’è resa conto.

  7. Nel saronnese tutti i comuni hanno acceso le luminarie e hanno posizionato non un albero in rispetto della natura a Saronno invece no niente di tutto questo questo la dice lunga sul senso del rispetto all’ambiente che ha questa amministrazione purtroppo non si vede quale politica ambientale vogliano mettere in campo

  8. Quando amministrata FI con i fratelli Fagioli si sono visti 5 supermercati.
    Di ruote neppure l’ombra

  9. Gli anni in cui OVUNQUE le luminarie venivano accese tradizionalmente l’8 dicembre, nessuno si lamentava… ma evidentemente è proprio vero che si va a cercare il pelo nell’uovo pur di attaccare chi è inattaccabile in altri contesti

  10. Ricordate che noi abbiamo l’amministrazione più covid-ossessionata del nord Milano. Fanno di tutto per tenere la gente a casa..

  11. Quante polemiche sterili soprattutto da chi negli anni precedenti non ha fatto quasi nulla per ravvivare Saronno e ci ha ridicolizzato con slumacchio.
    Lo sanno tutti ed e stato concordato anche con i referenti dei commercianti che si parte l’ 8, come standard.

  12. Meglio nulla se devono essere come a Solaro 3 luci stile sagra paesana con lady selfie alla cerimonia di acensione.
    Patetitci

  13. Ah ma allora non sapete attendere… Airoldi h detto che ci stupirà’.. (ed in vero lo ha gia fatto in tante occasioni) .. Vedrete..
    Ragazzi lo avete scelto nel mazzo proprio…!

  14. Creare polemiche inutili è la prerogativa di un’opposizione che non sa fare altro. Danno dell’inesistente al Sindaco per provare di esistere loro, ridotti a fantasmi di livore. Certo che se quello delle luminarie fosse il problema di Saronno, saremmo tutti felici, perché tutti gli altri problemi sarebbero già stati risolti… Ridicoli

    • Peccato oltre ai soliti problemi endemici saronno si è arricchita di nuove problematiche, certo che è proprio difficile fare gli addobbi natalizi, figuriamoci le altre cose, per fortuna 4 anni passano in fretta

  15. Aspettiamo il comunicato del.PD sul clamoroso ritardo, daranno la colpa al covid ovviamente

  16. Visto che in Europa si è abbozzata l idea di non dire la parola Natale ma bensì solo la parola Feste allora direi che un albero non addobbato è in linea con certo pensiero. Ilsaronno anche smetterà di scrivere la parola Natale?

Comments are closed.