VENEGONO INFERIORE / SARONNO – Dopo l’aggressione e la violenza sessuale sul treno Saronno-Varese di Trenord, con l’arresto di due giovani abitanti a Venegono Inferiore, il segretario provinciale della Fit Cisl di Varese, Gaetano Cannisi, parlando in tv su Sky Tg24 ha chiesto un giro di vite ed interventi per incrementare la sicurezza sui convogli ferroviari in Lombardia. “Bisogna dotare i treni di telecamere a circuito chiuso e bisogna creare una centrale di controllo al fine di evitare che possa ripetersi quello che è successo sul treno per Varese” ha rimarcato il sindacalista.

 In una intervista trasmessa ieri pomeriggio dal canale televisivo Sky Tg24 il maggiore Fortunato Suriano, comandante della Compagnia carabinieri di Saronno, ha chiarito come nel giro di poche ore sia stato possibile rintracciare ed assicurare alla giustizia i responsabili dell’aggressione e della violenza sessuale ai danni di una ventenne sul treno Saronno-Varese e di una ulteriore aggressione alla stazione di Venegono Inferiore.

Attualmente non tutti i treni presenti sulla rete locale sono dotati di tali impianti mentre nelle stazioni le telecamere di videosorveglianza sono numerose e collegate alla centrale operativa di Ferrovienord che si trova in via Diaz a Saronno.

07122021

1 commento

Comments are closed.