SARONNO – In ospedale la notte non solo pazienti e personale medico: capita sempre d’inverno, negli ultimi anni. Col freddo cercano riparo all’interno della struttura di piazza Borella anche persone che non avrebbero alcun diritto di entrare e che di notte, col loro comportamento, creano comprensibile apprensione fra il personale ospedaliero.

A creare preoccupazioni soprattutto una donna di mezza età che ha già dato più volte in escandescenze e che ha pure aggredito una addetta alle pulizie, che stava facendo il proprio lavoro. Vicende che richiamano all’attenzione il più generale problema della sicurezza all’interno del plesso ospedaliero, dove è sin troppo facile entrare, anche direttamente dagli accessi principali dove l’andirivieni è costante e non c’è un vero e proprio filtro. In passato era stata richiesta la realizzazione di un posto fisso di polizia all’interno dell’ospedale, o comunque l’introduzione di un sistema di sicurezza e sorveglianza.

(foto archivio: carabinieri all’ospedale di Saronno)

18122021

9 Commenti

  1. Ci manca solo il presidio della polizia per completare il disastro della sanità pubblica.

    Comunque, sono sempre punti di vista diversi, io ad esempio avrei una lettura diversa e m’interrogherei sul perché ci sia gente che preferisce dormire in ospedale piuttosto che in una casa.

    Se anche risolvi il problema all’ospedale, se questa gente non avesse dove dormire, poi te li ritrveresti alla stazione.

    Insomma di problemi ce ne, basta girarci intorno.

  2. Certo che succedono queste cose. i senzatetto e senza greenpass non possono entrare nei dormitori creati per loro dai caritatevoli

  3. Tranquilli, tra poco dell’ospedle non resterà più nulla e se ne andranno anche questi inquilini

  4. ..noto dagli arditi commenti solo soggettività , non il cercare di risolvere un problema o di arginarlo : rappresentazione della società contemporanea !

    Ottimo ..

Comments are closed.