SARONNO – “Assicuriamo il trasporto sanitario dei nostri pazienti oncologici dell’ospedale di Saronno con veri e seri problemi. Sono attive tre auto con tutte le precauzioni anticovid tutti i giorni anche in questo periodo di feste”. A ricordarlo è Mario Busnelli dell’associazione Saronno point, che si occupa di questo servizio.

Come ricordano da Saronno point “da due anni sono attivi Giuliano e Mario, da un mese si è aggiunto Giuseppe, tre soci della Saronno point onlus preparati ed attenti verso il paziente. Tutto sotto la regia del “front office” del day hospital oncologico, medici ed infermieri. Raccomandiamo di seguire tutte le direttive sanitarie usando obbligatoriamente le mascherine Ffp2, mantenere le giuste distanze, sanificare svariate volte le mani. Le vaccinazioni sono consigliabili onde evitare rischi seri per la salute. Assicuriamo che gli autisti sono monitorati con sistematico tampone, controllo della temperatura corporea, vestiario adatto per evitare eventuali contagi. Noi non ci siamo mai fermati; logicamente visto il grande numero di pazienti non possiamo accontentare tutti, sicuramente sì i più disagiati e sofferenti con sintomi molto seri. Chi ha propagandato un nostra nostra chiusura del nostro servizio sanitario ha solo detto una grande bufala. Siamo sempre attivi dalle 6 del mattino di ogni giorno con recupero del paziente nella sua abitazione o in ospedale e ritorno. Il nostro paziente non viene mai abbandonato”.

Proseguono dall’associazione: “Ringraziamo tutto il personale del reparto day hospital oncologico dell’ospedale di Saronno, la direzione sanitaria, nonché la direzione generale. Saronno point si adopera per dare il meglio, testimoni sono i nostri pazienti sempre pronti ad abbracciarci virtualmente. Ci caricano ogni giorno. Ringraziamo anche i volontari della Lilt all’ingresso del reparto di day hospital”.

01012022

3 Commenti

Comments are closed.