SARONNO – I tanti amici saronnesi sono sotto choc per la tragica scomparsa di Alessandro Bisi, il 21enne di Saronno caduto mentre stava compiendo una escursizione sul Monte Legnone nel Lecchese. Don Federico Bareggi, il “prete dei giovani” che si occupa degli oratori di Saronno, lo conosceva perchè Alessandro si era anche dato da fare nel volontariato ed era anche stato suo studente. “Lo ricordo come un ragazzo intelligente ed attivo, pieno di energie ed entusiasta: è stato un mio allievo a scuola, al liceo scientifico Gb Grassi. Provo – dice il sacerdote – dolore e sbalordimento per una giovane vita spezzata, con la fatica ad accettare che una persona cara non ci sia più… E soprattutto rivolgo tanto affetto per una famiglia nel dolore dopo tante ore di angoscia”.

Lo scorso 3 gennaio Alessandro aveva deciso di compiere la scalata in solitaria del monte Legnone, il più alto del Lecchese. Aveva pianificato di dormire in tenda ed era riuscito a raggiungere la cima ad oltre 2600 metri, ma quando era iniziata la discesa c’era stata la caduta fatale, in un canalone. Il corpo è stato ritrovato ieri dal Soccorso alpino.

(foto: la zona delle ricerche da parte del Soccorso alpino)

06012022

PROVA