LIMBIATE / SARONNO – “Raccogliamo l’appello del padre dell’ambasciatore Luca Attanasio, ucciso in Congo insieme al carabiniere Vittorio Iacovacci. Troppe ombre sul comportamento del Programma alimentare mondiale, che si rifiuta di chiarire se abbia o meno dato adeguate comunicazioni ai caschi blu per proteggere il convoglio”. Così l’eurodeputato di Fratelli d’Italia, Carlo Fidanza, che ha annunciato la presentazione di unainterrogazione per chiedere che anche l’Ue, che ogni anno dona molti soldi al Pam, pretenda la verità.

Attanasio, 44 anni ed ambasciatore d’Italia in Congo, nativo di Saronno e cresciuto a Limbiate, era stato ucciso la mattina del 22 febbraio dell’anno scorso, assieme ad un carabiniere di scorta, durante una sparatoria avvenuta mentre si trovava nell’est del Paese africano, nel corso di una missione umanitaria per le Nazione unite.

In memoria di Attanasio il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha recentemente consegnato ai famigliari l’onorificenza della Gran Croce d’onore.

(foto: l’europarlamentare Carlo Fidanza)

14012022

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.