UBOLDO / ORIGGIO – Sono finite in discarica le biciclette sequestrate agli spacciatori che frequentano i boschi del Saronnese: i ripetuti interventi della polizia locale e dei carabinieri nella zona del Bosco del Conte di Origgio e nella zona di Cascina Regusella a Uboldo si sono lasciati alle spalle tantissimi bici, almeno in parte di probabile provenienza furtiva. Di volta in volta recuperate e sequestrate, sono state consegnate alla Protezione civile che in questi anni ne ha accumulate ben 170, quelle di cui non si è riusciti a risalire ai proprietari e comunque non sono state reclamate da nessuno.

Inizialmente erano state collocate tutte nel deposito nell’area ex Mercantile ma poi, nell’impossibilità di trovare di chi fossero (al riguardo è stato fatto tutto il possibile) o eventualmente di donarle (alcune erano proprio malconce, altre invece in buone condizioni) non è rimasto altro che – seppure a malincuore – avviarle allo smaltimento.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

(foto: una bici trovata nel bosco)

16012022

9 Commenti

  1. Che spreco, magari tra questeun bici c’era anche la mia che hanno rubato qualche tempo fa

  2. In effetti non si capisce perché non fare un’asta o donarle a qualche ente, era davvero impossibile? Per lo meno, quelle ovviamente riutilizzabili.

  3. “almeno in parte di probabile provenienza furtiva” … ma chi le scrive certe cose? perchè le altre le hanno comprate… hahahahahahaha.

  4. A Milano la PL fotografa le bci rubate e le pubblica su fb per trovare il proprietario! Non si buttano..

Comments are closed.