SARONNO – “Che dire… E’ stata davvero una grande emozione sentire il mio nome”. Sono le parole di Elio Fagioli che a caldo commenta l’emozione di aver sentito il suo nome pronunciato dal presidente della Camera, Roberto Fico durante lo spoglio delle schede della prima votazione del presidente della Repubblica.

“La politica è la mia passione da tanti anni ed è stato davvero emozionante questo riconoscimento – commenta ancora – Come lo è leggere i messaggi di tanti esponenti leghisti e non solo che mi stanno chiamando e scrivendo a caldo”.

Ed effettivamente sono stati tantissimi i saronnesi che sentendo lo spoglio sono sobbalzati sentendo il nome del più noto ed iconico esponente del Carroccio saronnese ma dell’intera provincia di Varese.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

21 Commenti

  1. ELIO for president!!!
    Augusto Airoldi: non pervenuto.
    Mah!? Sarà rimasto tra le schede bianche!
    Pronto Augusto?!
    Anche questa volta ….. non ti hanno nominato.
    Chiediti perché!

  2. Ciao Elio.
    Vedo che la notizia è già arrivata sui locali e perciò ti scrivo qui e non su Facebook tanto tu sai chi sono.
    Ogni promessa è un debito e con questo ho mantenuto la parola.
    C.

  3. L’icona dei tempi..come rendere ridicolo uno dei più importanti momenti istituzionali..d’altronde i leghisti di Saronno fino a pochi mesi fa si presentavano come lega lombarda per l’indipendenza della padania..semplicemente ridicolo!!!

  4. Questi buontemponi dei parlamentari , in questo caso presumibilmente leghisti, si divertono con poco…
    Lasciamo perdere…

    • http://www.camera.it
      resoconto di seduta, estratto:
      Presenti e votanti  976  
        Maggioranza dei due
        terzi dei componenti
        l’Assemblea  672  

        Hanno ottenuto voti: Maddalena 36, Mattarella 16, Cartabia 9, Berlusconi 7, Cassinelli 7, Guido De Martini 7, Tasso 7, Bossi 6, Rosato 6, Marco Cappato 5, Pianasso 4, Bruno Vespa 4, Giorgio Lauro 3, Enzo Alaia 3, Maria Teresa Baldini 3, Belloni 3, Bersani 3, Lotito 3, Rutelli 3, Sabelli Fioretti 3, Amedeo Sebastiani 3, Amato 2, Alberto Angela 2, Casellati 2, Casini 2, Conte 2, Gianluca De Fazio 2, Giorgetti 2, Ermanno Leo 2, Antonio Martino 2, Ugo Mattei 2, Moles 2, Nordio 2, Siani 2

        Voti dispersi  88  
        Schede bianche  672  
        Schede nulle  49  

      Chi ha ricevuto una sola preferenza non risulta palesemente.

  5. Prestarsi ad un gioco di ilarità frivola, qualifica ben poco chi ha bruciato il proprio voto di parlamentare indicando un nome a caso, dimostrando di avere una irrispettosa visione e poca serietà per un evento nazionale importante. La scheda con la traccia di un nome plausibile sarebbe stata coerente con l’importanza e il valore politico nazionale che l’elezione del Presidente della Repubblica Italiana richiede. I giochi puerili è meglio lasciarli fuori dai palazzi nazionali ed essere più seri per svolgere il proprio compito di Parlamentare, quale rappresentante eletto dai cittadini.

Comments are closed.