SARONNO – “La situazione all’ospedale cittadino è stazionaria, con 35 pazienti nei reparti ordinari, e nessuno in terapia intensiva… per la mancanza di anestesisti e rianimatori da adibire al settore covid, nel caso fosse necessario i pazienti vengono spostati negli ospedali di Gallarate e Busto Arsizio“. Insomma, all’ospedale cittadino i più gravi non possono essere curati, per la mancanza di personale in settore “nevralgici”, come ha sottolineato l’altro giorno il sindaco Augusto Airoldi ai microfoni di Radiorizzonti, l’emittente comunitaria, facendo il punto sul quadro dell’emergenza coronavirus a Saronno.


Vuoi restare aggiornato sui dati della pandemia, sui divieti e sulle novità? Iscriviti al canale Telegram ilSaronno covid https://t.me/ilsaronnocovid

Dall’inizio della pandemia abbiamo sempre diffuso i dati relativi al contagio forniti dalle fonti ufficiale. Regione Lombardia diffonde quotidianamente un bollettino coi i dati relativi ai nuovi positivi emersi dall’elaborazione dei tamponi. Vengono conteggiati esclusivamente coloro che risultano positivi per la prima volta. Riportiamo il totale da inizio pandemia e la variazione giornaliera. Altri dati vengono forniti dai sindaci che hanno a disposizione i dati forniti dall’Ats nel cruscotto a loro dedicato. In questo caso oltre ai positivi ci sono anche i decessi, i guariti e in alcuni casi la fascia d’età.

26012022

7 Commenti

  1. Quindi?!
    Quando Airoldi andrà in Regione a battere i pugni sul tavolo per l’ospedale come aveva promesso in campagna elettorale?
    MAI e poi MAI!
    Quindi?!
    Promessa elettorale che non verrà MAI mantenuta, come d’altra parte tutte le altre fatte pur di avere consenso.

    • Ma la finisca e di rovolga in regione da quelli che vota chw sono gli stessi che hanno distrutto il sistema sanitario pubblico

    • Ma in Regione cosa ci stanno a fare i vari Fontana, Moratti, ecc.?
      Se la situazione sanitaria è tragica è colpa di Airoldi?
      Ma mi faccia il piacere.

  2. … i gravi non si possono curare a Saronno perche l’Azienda gestisce questi casi negli altri presidi?? Perché non dite la verità piuttosto che affossare in continuazione il nostro ospedale!

Comments are closed.