SARONNO – “Sono molto soddisfatto del consiglio comunale sull’ex Isotta che si è tenuto la scorsa settimana perchè siamo di fronte ad un unicum in città. Per la prima volta un operatore propone un intervento che sembra essere molto significativo e quindi è importante che i consiglieri comunale che saranno poi chiamati a decidere (perchè non ci sono interventi di questa portata che non passano dal voto in consiglio comunale) abbiano modo di conoscere il progetto. Per questo il presidente del consiglio comunale e il sindaco hanno ritenuto importante che i proprietari venissero a illustrare quello che hanno intenzione di fare, loro hanno accettato di buon grado e li ringrazio per questo momento”.

Così il sindaco Augusto Airoldi rompe per il suo silenzio dell’ezx Isotta Fraschini e a Radiorizzonti fa il punto della situazione”.

Perchè il consiglio comunale

“Perchè se davvero si dovesse concretizzare a Saronno l’arrivo della sede dell’Accademia di Brera sarebbe per la nostra città una cosa davvero positiva. E’ evidente il grande interesse pubblico dietro questa novità e poi c’è la cessione di una superfici, come previsto dal Pgt, di 60 mila metri quadrati a parco. Solo questi due aspetti, ma ce ne sono altri ovviamente, ci dicono che questo intervento riveste un grande interesse pubblico e quindi il consiglio comunale doveva esserne informato”.

Bonifiche

“Un paio di settimana fa si è conclusa la conferenza dei servizi che doveva valutare e autorizzare l’inizio delle bonifica. E’ stato approvato il modello di bonifica presentato dai proprietari, ossia la Saronno Beni comuni, quindi ora si può partire. Mi permetto di dire che l’amministrazione ha collaborato alla rapida conclusione di questa conferenza dei servizi. Questo step nel cronoprogramma era previsto a metà aprile invece siamo riusciti a farlo concludere ai primi di marzo. Nei prossimi giorni e settimane vedremo l’installazione di macchine particolari all’interno dell’ex Isotta. E’ stato scelto un modello di bonifica molto avanzato che comporta il fatto che gran parte del terreno venga bonificato in luogo. Sicuramente una soluzione positiva anche per la città”.

il prossimo step

“Mentre funzioneranno le bonifiche, sarà portata in consiglio comunale una convenzione che l’assemblea cittadina dovrà approvare che permetterà l’uso temporaneo di una parte di quest’area. La normativa dell’uso temporaneo permette una semplificazione degli atti normativi che permetteranno, questo l’obietivo da raggiungere, che l’Accademia di Brera possa arrivare a Saronno il prima possibile. Noi come amministrazione siamo in attesa che la proprietà ci presenti la bozza di questa convenzione da discutere in modo da portarla in consiglio comunale. Per questo motivo a fine gennaio abbiamo proposto alla proprietà la creazione di un tavolo tecnico per sveltire questi momenti confronto. Siamo in attesa di questo tavolo tecnico“.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

13 Commenti

  1. Scusi signora Giudici, ma i suoi articoli sul sindaco e consiglieri comunali sono fatti sempre utilizzando dichiarazioni che gli stessi hanno fatto ad altri ? ma e’ questo il suo modo di reperire le fonti sulle quali costruisce i suoi articoli ? Perché non chiede di poter intervistare e porre domande direttamente ai soggetti di cui parlano i suoi articoli?

  2. Certo che con tutta la disponibilità dell’amministrazione comunale come mai i fortunati proprietari non hanno ancora presentato il progetto ufficiale?
    Se si va avanti di questo passo ci vorranno 5 anni.
    Oppure si cercherà di fare tutto in deroga ai regolamenti per rispettare i tempi, modello EXPO 2015?

  3. Scusi signora Giudici lei sta sbagliando come ha fatto ieri per le commissioni. Il Sindaco Airoldi non ha rotto nessun silenzio sabato scorso a Radiorizzonti ha parlato più volte ai suoi colleghi che glielo hanno chiesto.
    Staff dovete chiedere un’altra correzione alla direttrice

  4. Terreno bonificato in loco e li , immagino, pure stoccato. Cioè un deposito di rifiuti non smaltito. Per fortuna che nel lapsus giornalistico i – 60 metri quadri di parco – raccontano tutta la verità su questa nuova cementificazione.

  5. Sig ra Giudici, questo metodo di riportare dichiarazioni non è funzionale, se vuole fare un servizio alla cittadinanza intervisti Consiglieri e Assessori con domande e risposte, così da non lasciare spazio a interpretazioni e gettare la maschera

  6. Signora Giudici continui a fare il suo lavoro e a informare la città che abbiamo capito tutti che il sindaco vuole tenerci all’oscuro di ogni cosa

  7. Signora Giudici continui a fare il suo lavoro, se troppi si arrabbiano significa che lo sta facendo bene

Comments are closed.