SARONNO – Si terrà domani sera alle 21 all’Aldo Moro l’attesissimo concorso di slam poetry, parte del Festival della Poesia, la rassegna di eventi organizzata dall’assessorato della Cultura che immergerà Saronno di parole.

In due o tre turni da 3 minuti ciascuno, i poeti si sfideranno a colpi di parole. Verranno giudicati da una giuria popolare che voterà il poeta vincitore. Un momento leggero, divertente: il maestro di cerimonia Giacomo Ranco sottolineerà l’importanza della leggerezza.

Otto i poeti in gara che, con divertenti giochi di parole, scherzi e voluti errori grammaticali, si presenteranno al pubblico: ALberto Figliola, Mòoxo, Gianni Papa, Martina Lauretta, Adriano Caccia, Gloria Bojeri, Rabin Samidon e Andrea Corbella.

Da Wikipedia, il Poetry Slam è una competizione in cui i poeti recitano i loro versi, gareggiano fra loro e vengono valutati da una giuria composta da cinque elementi estratti a sorte tra il pubblico. È una produzione artistica che nasce dalla strada (come il rap ai suoi inizi) e crea un legame tra scrittura e performance, realizzata con grande economia di mezzi. È una forma poetica popolare, declamatoria, praticata nei luoghi pubblici (in particolare pub, bar, circoli, teatri o altri luoghi associativi) e che spesso si avvale di una recitazione a ritmo serrato.

A questo link sarà possibile prenotarsi per assistere alla serata.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”

(in foto: le poesie del Mep appese in centro)

29032022