SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo la nota del sindaco Airoldi sul settimanale Saronno Sette di sabato 26 marzo in merito alle ultime piantumazioni.

Saronno è una delle città più urbanizzate della Provincia di Varese. Nella nostra storia la grande vitalità produttiva e la straordinaria attrattività per cittadini alla ricerca di una casa in un territorio con una buona qualità della vita, hanno offerto grandi opportunità a Saronno e nello stesso tempo hanno portato ad una fortissima edificazione.

Il nostro patrimonio di alberi e di verde ha dovuto combattere contro questa evoluzione e anche le piante rimaste, come abbiamo amaramente verificato con un recente censimento, hanno sofferto e sono andate consumandosi al punto da rendersi pericolanti. E infatti con enorme sofferenza gli agronomi del Comune hanno dovuto in questo periodo abbatterne numerose. La nostra Amministrazione aveva individuato sin dall’inizio una priorità proprio in questo ambito e promesso che Saronno sarebbe tornata ad essere una città più verde e più bella. Ad agosto dell’anno scorso abbiamo approvato la variazione di bilancio che ha rappresentato la nostra prima vera azione strategica per avviare la realizzazione del programma di cambiamento e rilancio di Saronno.

In quella variazione avevamo anche inserito 100.000 euro per riqualificazione di aree verdi e viali che non sono mai stati attrezzati o dove, purtroppo, negli anni sono state abbattute o sono morte piante non più sostituite. Verranno piantati parecchi alberí e piante nell’intero territorio comunale, da via Monte Podgora a via Grassi, da via Prealpi a via Alliata, da via Primo Maggio a via Cattaneo, e ancora via Don Sturzo, via Strà Madonna, via Don Marzorati, via San Dalmazio, via Rovereto. Prima di arrivare ad attuare questa scelta che rappresenta una inversione di tendenza rispetto al passato, abbiamo fatto un altro lavoro storico.

Abbiamo realizzato il primo censimento completo, dopo decenni, delle piante su suolo pubblico, dal quale abbiamo certificato che ci sono circa 8500 piante di proprietà pubblica, oltre 300 fallane (piante morte da tempo), 32 aree gioco e 10 parchi attrezzati a verde. A quel punto abbiamo fatto tutte le verifiche sui terreni comunali per valutarne la disponibilità, le caratteristiche e l’adeguatezza per piantare nuovi alberi. Le prime piantumazioni sono in calendario ad aprile, con le attività di riqualificazione di piazza San Francesco e di piazzetta della Croce, angolo via Portici, che prevedono la piantumazione di due alberi in Piazza San Francesco e di sei in Piazza della Croce, sempre in sostituzione di piante mancanti, malate o morte. Nel corso dell’estate invece saranno realizzati i lavori preliminari per ospitare i nuovi alberi nelle altre zone della città: saranno circa 300 e verranno messi a dimora in autunno. Saronno non vedeva da decenni un intervento così radicale a favore del verde in città per restituire sia ossigeno che attrattività e bellezza alla nostra città. E per noi è solo l’inizio.

Un pensiero che con l’Assessore all’Ambiente Franco Casali e con tutta la Giunta abbiamo fatto in questi giorni è che mai come in questo momento di tensione e paura per il futuro tra pandemia che fatica ad abbandonarci e guerra alle porte sia importante avere segnali di speranza nel domani. Piantare nuovi alberi significa anche questo. A Saronno crediamo nel futuro che nei prossimi mesi sarà più verde speranza.

30032022


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

3 Commenti

  1. Airoldi dice che fin dallo scorso agosto avevano approvato e stanziato fondi per nuove piantumazioni , ma i fatti dicono che ad oggi aprile non hanno ancora fatto nulla … tanti proclami e pochi fatti !!!!! bisognerebbe lavorare di più e chiaccherare di meno

Comments are closed.