SARONNO – “Il discorso da fare sulle fontane è complesso in generale e in particolare anche quello sulla fontana di piazza Libertà”. E’ iniziata così la risposta del sindaco Augusto Airoldi ad un cittadino che, giovedì sera nel corso dell’ultimo incontro dell’Amministrazione coi quartieri ha chiesto notizie sulla riattivazione della fontana di piazza Libertà.

La fontana si trova nell’angolo dei pennoni e da tempo è ormai spenta tanto che spesso diventa un ricettacolo di rifiuti, una sorta di maxi cestino che deve essere ciclicamente ripulito dagli addetti alla nettezza urbana.

I problemi della fontana sono storici e annosi: l’avevano riattivata sia l’ex assessore Dario Lonardoni sia il suo predecessore Agostino Fontana. Entrambi aveva affrontato e risolto diversi problemi da quello delle alghe che la rendevano “nera” a quello del getto d’acqua che bagnava le vetrine. Negli ultimi anno, come detto, la fontana viene utilizzata come spazio gioco da bimbi che si “arrampicano” per camminare poi sul bordo nelle rare occasioni in cui è pulita e più in generale come cestino.

Se la fontana viene riattivata comporta un uso improprio e anche rischio – ha continuano Airoldi – quindi prima di riattivarla ad uso fontana vogliamo lavorare ad un intervento complessivo sul centro storico. In questo contesto ripenseremo anche alla fontana che non è detto torni ad essere una fontana“. E ha concluso: “Vent’anni fa quando era attiva si rompeva ogni 15 giorni e si sono fatte male delle persone”.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

18 Commenti

    • Ma ancora? Ma davvero? Nella mia lunga vita a Saronno ne ho visti fin troppi di interventi per “sua maestà il centro storico”… guardate che Saronno è grandina, usciamo un pochettino dal centro e dedichiamoci un po’ alle periferie, che siamo tutti cittadini uguali. Grazie

  1. scusi signorina Giudici se il sindaco ha detto quello che lei ha scritto la notizia è che l’amministrazione lavora a un intervento complessivo sul centro storico non che una fontana forse verrà riattivata (un’altra volta?) forse no. che informazione è mai la sua?

    • La domanda era sulla fontana e il sindaco, senza andare off topic, ha parlato della fontana. Se e quando l’Amministrazione parlerà della riqualificazione (della quale non ha detto nulla di più di quanto riportato) lo scriveremo con piacere.

  2. Per riattivare la fontana dovranno rifare Saronno di nuovo… ma cominciate a pensare alla Fontana poi si fa il resto… è pericolosa??? Toglietela! Il degrado dovunque… peccato!

  3. Grosso problema per Saronno, diremmo quasi irrisolvibile!
    E quindi che si fa? La smantellato o lasciamo questo indecoroso spettacolo?
    Airoldi, che ci dice?

  4. Che sia inutile ormai è storia. Ma la domanda che pongo è: quale amministratore ha progettato con soldi pubblici una simile oscenità? Nome della giunta please. Grazie

  5. In quel fazzoletto verde vengono pervaso portati gli amici pelosoni a fare i bisognini?

  6. certo che se qualche agente della P.L. ogni tanto, così per sbaglio, fosse presente a controllare e multare chi insozza la fontana usandola come cestino, o a far uscire dall’aiuola dove c’è la fontana chi non deve stare lì, o allontanando i bambini che giocano sopra la fontana, non sarebbe poi una cosa così trascendentale !!! Invece degli agenti di P.L. in piazza manco l’ombra.

  7. Non è corretto dire che il signor Sindaco e la sua giunta sono a corto di idee. Ogni giorno ne sfornano una come quella di voler “lavorare ad un intervento complessivo sul centro storico”. Questa va di pari passo con la riqualificazione delle periferie.
    “Possiamo insieme costruire una Saronno più bella, più ospitale, più sicura e innovativa.”
    “Il nostro programma è diverso da tutti gli altri….” (dal programma elettorale di Saronno siamo noi).
    Come si vede era già tutto scritto. Non possiamo anche chiedere che diventi realtà. Per farlo occorre esserne capaci.

  8. Progetti, carte, disegni, fondi spesi, decisioni prese, operai al lavoro… questo vogliamo vedere, non bla bla bla…anche le sue piante di piazza Croce fanno parte del tanto sbandierato progetto di riqualificazione del centro storico?….attenzione che riqualificare il centro storico non vuol dire delegare i privati che a spese loro abbattono e ricostruiscono edifici del centro che, di per se non e‘ negativo se fatto con rispetto delle regole e del contesto estetico, però per favore cara amministrazione non pensare di intestarti lavoro altrui.. ci attendiamo pulizia e sistemazione delle pavimentazioni in marmo, sistemazione di buche e sampietrini, nuove panchine e cestini, nuove aree verdi, riqualificazione e recupero VERO dell‘ex Pretura e di tutta l‘area circostante, stimolare la riapertura e la fruibilità del bellissimo Chiostro e della sua storica libreria…. Dai che vi ho dato gratis un po‘ di idee semplici semplici, che farebbero felici i cittadini

Comments are closed.