CISLAGO – Riceviamo e pubblichiamo la dichiarazione di voto del gruppo Cartabia Sindaco relativa alla gestione associata della funzione fondamentale del comune polizia locale e polizia amministrativa tra i comuni di Gerenzano e Cislago, punto discusso durante il consiglio comunale di lunedì 11 aprile.

L’adozione di uno schema di convenzione per la gestione associata dei servizi di polizia locale è certamente una opportunità per i nostri comuni, storicamente caratterizzati da una scarsità di personale impiegato nella Polizia Locale in rapporto alla popolazione, La ratio alla base di una convenzione di questo tipo è l’associazione di più funzioni, che consentirebbero il raggiungimento di una massa critica ed un efficientamento dei servizi tali da garantire miglioramenti nel servizio erogato.

Sulla base di queste premesse, assai ampie e gravi ci sono parse le carenze della convenzione posta in approvazione questa sera, andiamo di seguito a riassumere le principali fra queste:

1. Una convenzione fra due enti presuppone una forte volontà politica da entrambe le parti a sostegno della stessa. Ci risulta incomprensibile la scelta di approvare in urgenza un documento palesemente incompleto a poche settimane dalle elezioni amministrative previste nel comune di Gerenzano. I benefici di una convenzione si potranno infatti vedere solo se mantenuta per un ragionevole lasso di tempo. Abbiamo appreso dalla stampa tramite le dichiarazioni del vicesindaco di Gerenzano che la durata sarebbe limitata ad un paio di mesi, cosa che peraltro non emerge dai documenti in nostro possesso. Ci lascia ancora più perplessi l’opportunità di presentare una convenzione in approvazione al consiglio comunale avendo un orizzonte temporale cosi breve

2. Manca in misura pressoché totale una progettualità: si chiede di approvare una convenzione in cui all’art. 3 si afferma che “iniziative ed interventi verranno meglio definiti in appositi progetti da approvare con atti successivi delle giunte comunali”. Di fatto quindi ad oggi la convenzione è sostanzialmente un contenitore vuoto, ci è incomprensibile la necessità di approvarla senza aver costruito o anche solo pensato un progetto serio ed articolato.

3. Per quanto indicato al punto 2, si richiede al consiglio di demandare alla giunta l’adozione delle schede di progetto, senza però evidenziare in maniera esplicita quali siano le linee di indirizzo che la giunta dovrà seguire, di fatto privando così il consiglio delle sue funzioni.

4. ”L’adesione alla convenzione non vincola gli enti convenzionati a partecipare ai progetti proposti”, legge sempre all’art.3, ad ulteriore conferma dell’attuale mancanza di una progettualità condivisa fra i due enti. Di fatto questa convenzione non stabilisce fondamentalmente nulla allo stato odierno

5. Manca anche solamente una bozza di ricognizione delle risorse con cui i due enti contribuiscono, perciò non è possibile capire se la partecipazione avvenga ad oggi su base paritaria o meno, ne sarà possibile in futuro valutare variazioni nel contributo dei due enti. Sarebbe stato opportuno indicare numero, qualifiche, mansioni e stato di servizio delle risorse umane coinvolte, oltre che numero, tipologia e stato manutentivo dei mezzi tecnici messi a disposizione nella convenzione. Dalla stampa si apprende che le risorse umane messe a disposizione dal comune di Gerenzano sono 3 e non 4, pertanto sembrerebbe che la base paritaria fra i due enti dichiarata in partenza non sussista neppure in partenza

6. La convenzione appare “generosamente” favorevole al comune di Gerenzano, Cislago si accolla il ruolo di comune capofila, senza un corrispondente ristoro economico o compensazione di altra natura, e quale Responsabile del Servizio viene nominato il comandante della PL del Comune di Gerenzano, senza che peraltro venga esplicitato formalmente il criterio oggettivo alla base di questa scelta, ne si evidenzia se sui vari progetti i responsabili potranno variare e con quali criteri

7. I benefici di una convenzione sono maggiori quanto più numerose sono le funzioni associate, per ovvi motivi di ottimizzazione della spesa comuni a qualsiasi organizzazione od ente strutturato. Non vengono qui esplicitate quali siano queste funzioni, come verranno associate, ne è presente anche solo una traccia di progettualità in termini di tempi e obiettivi da raggiungere, demandati ad eventuali ed ulteriori atti futuri

8. L’adozione di una convenzione di questo tipo pone rilevanti problematiche in merito alla ripartizione delle spese ed all’efficacia formale dei provvedimenti adottati, nel documento posto in approvazione tali tematiche non vengono sviluppate se non in maniera assai embrionale. Certamente la comprovata professionalità dei funzionari coinvolti ha consentito e consentirà di trovare soluzioni adeguate, proprio per questo ci pare anomala la scelta di non esplicitarle nel documento posto in approvazione. In sostanza si chiede ai consiglieri di esprimere un voto di fiducia, senza tuttavia fornire loro gli elementi minimali necessari per poter esprimere un voto consapevole La convenzione proposta appare ad oggi totalmente priva di qualsivoglia contenuto politico, e assai povera di quella progettualità e trasparenza di cui l’attuale amministrazione sovente si vanta. Ci è davvero incomprensibile la scelta di portare in approvazione un documento privo di contenuti sostanziali, su un tema che davvero meriterebbe tutt’altro livello di attenzione e progettualità. In conclusione, ci risulta in coscienza impossibile approvare il documento presentato stasera da questa amministrazione, pertanto voteremo sfavorevolmente.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

(foto archivio)

15042022