SARONNO – Ruspe al lavoro nello spazio esterno, tecnici e operai all’interno. Fervono i lavori nell’area tra via San Francesco e via Sabotino dove praticamente è pronto il nuovo supermercato del quartiere Prealpi.

La struttura è ormai delineata dalla facciata bianca e grigia dove è già pronto lo spazio per l’insegna. I lavori erano iniziativi nel maggio scorso per la realizzazione di “un supermercato tradizionale di 1200 metri quadrati con parcheggio per una superficie complessiva di 4400 metri quadrati”.

E’ un progetto di cui si è discusso molto a livello cittadino sia al suo primo passaggio in consiglio comunale (nel maggio 2020 ad opera dell’Amministrazione del sindaco Alessandro Fagioli) sia l’autunno successo quando è arrivata l’approvazione dell’attuale maggioranza del primo cittadino Augusto Airoldi. E’ stato un passaggio molto difficile per l’attuale maggioranza che ha spiegato di votare “il progetto, non in linea con il programma elettorale, per responsabilità”L’operazione ha permesso di acquisire al patrimonio pubblico il Parco degli Alpini, la maxi aiuola verde tra via Concordia e via D’Annunzio. 


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

29 Commenti

        • Come al solito la colpa è sempre dell’amministrazione precedente. Approvato per responsabilità…ma per piacere!!!

          • Ma per piacere lei! Parli se conosce i fatti, e finiamola una volta per tutte di chiacchierare e basta!

          • Fagioli ha smesso di essere sindaco due anni fa. Basta continuare ad attribuire a lui le colpe ! I cavolo di bagolari di via Roma sono stati salvati in pompa magna, se questa amministrazione avesse voluto evitava di fare questo centro commerciale !

    • Siete i soliti di sinistra, potevate fermare tutto e inve no, è colpa di Fagioli. Poverett

  1. Si poteva fare un bel parco invece di riempire Saronno dei supermercati, uno attaccato all’altro 😪

  2. Non sono saronnese , vedo da una immagine molti alberi abbattuti .molto grave !!! Il profitto è nuovi posti di lavoro non giustificano tale scempio

  3. È una vergogna,finirà con una guerra tra poveri. Si favorisce la grossa distribuzione facendo morire i piccoli negozi svuotando così il centro e facendolo crollare in un degrado tale da favorire solo la criminalità. Saronno è sempre stata una cittadina vivace piena di bei negozi ora è uno schifo. Non si deve dare la colpa a Fagioli o ad Airoldi, la colpa è di tutte le amministrazioni precedenti e l’attuale che hanno solo curato i loro interessi e non hanno fatto nulla per la città. Il centro vivo è un deterrente per spaccio scippi e quantaltro chiudendo i negozi il centro e morto e resta in mano alla microcriminalita.

    • Lei ha ragione ma questa é la società di stampo “ammericano” che stanno costruendo.

    • Vi arrivano i soldi del mise giusti giusti per pagare le ultime tasse e poi chiudete. Dove stà il problema? L Europa è un grande continente pieno di opportunità

  4. Sig.ra Giudici, ha omesso di scrivere che una volta sorgeva li un edificio che fu occupato dai suoi amici Telos che poi furono sfrattati di forza dalla polizia.
    Che bei ricordi!!!!!!

  5. La chiusura di molti esercizi commerciali e gli scricchiolii di qualche centro commerciale confermano che le scelte effettuate sono sbagliate sia dal punto di vista ambientale sia, soprattutto, dal punto di vista economico. Occorre sin da subito un deciso cambio di rotta

  6. Il centro sta diventando sempre più deserto e senza negozi. Non c è più vivacità. La mia Saronno di un tempo non c è più. Che tristezza. Unica soluzione per salvare il salvabile è ridare vita al centro della città. Sosteniamo i negozi.

    • Ma in che città vive?
      Questo Sabato: ristorante in piazza Avis pieno, locali in piazza libertà pieni, locali di via portici pieni, corso Italia pieno di gente, gente on via S. Cristoforo panettiere, piadinerie, gelaterie e poke pieni.
      La gente c’è, i negozi pure, basta girare anche in settimana, mai visto il centro di Saronno deserto in vita mia.

  7. Certo che di supermercati ce ne sono abbastanza, però sicuramente qualcuno troverà un posto di lavoro,e di questi tempi è ORO

Comments are closed.