SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo la nota di “Cambiamo! con Italia al Centro” in merito alla situazione del commercio a Saronno.

Nelle ultime settimane, mentre comuni limitrofi annunciavano il programma delle attività estive ed annunciavano gratuità o ageolazioni per le attività di ristorazione che fanno vivere la città tramite Dehor, a Saronno abbiamo assistito ad…un bel silenzio. Silenzio che non solo danneggia le attivita’ imprenditoriali della zona, ma che ha anche dei riflessi sulla sicurezza (se la citta’ non vive, si favoriscono attivita’ illegali) e sociali (ci lamentiamo della Dad, ma poi i ragazzi per socializzare devono uscire da Saronno per mancanza di luoghi aperti e sicuri).

Senza ricordare che bar e ristoranti sono stati tra i principali danneggiati dal periodo covid per le chiusure forzate, vogliamo sottolineare come sia piaciuta a tutti negli ultimi periodi estivi, una citta’ viva con tutti i dehor e le attivita’ all’aperto?

Oggi, a giugno, tutto ciò sara’ difficile si ripeta. Il comune ormai in affanno perenne su qualunque tema, ha deciso di non favorire le attività. Di cosa parliamo?

1) Approvazione spazi dehor ancora in alto mare. Da marzo si attendono risposte e le poche date, intimavano integri di documentazione entro 3 giorni;

3) calendario delle attività: probabilmente per paura di responsabilità e scarsa applicazione nel far vivere la città, non è stato reso pubblico dall’Amministrazione ad oggi nessun evento.

4) Si vogliono facilitare le nuove attività. Cosa gli chiediamo? Fidejussioni tra i 3000 ed i 5000 euro, che difficilmente vengono concesse per chi ha apppena aperto o ha aperto durante covid. Inoltre…in base a quali parametri? spazio? pavimentazione? sono necessari? che danni possono provocare i tavolini? e di contro, il comune cosa fa per tenere il decoro urbano ? (leggasi…ma il verde, lo vogliamo iniziare a curare? ) E’ un costo che possiamo risparmiare alle attivita’? e che per il comune è ininfluente.

5) la raccolta della spazzatura, con centri di raccolta (piu’ o meno ufficiali), proprio di fronte bar. Non può essere spostata di qualche metro, o orari concordati diversamente nel periodo estivo?

6) Se i bar devono chiudere con le attivita’ esterne alle 22, vuol dire smontare gia’ alle 21:30….ma almeno nel week-end, non vogliamo prolungarlo? un’ora e mezza, il tempo di un aperitivo , un gelato o una cena fuori….

7) gli spazi per i dehor….ci stanno riferendo di soluzioni dove si riducono anche del 90% gli attuali tavolini…..tanto vale chiudere.

8) chiusura del centro: ma crediamo veramente che chi va qualche ora / minuto a fare spese, sia la causa dei pochi stalli liberi per i residenti? Non saranno forse le “troppe” autorizzazioni ai mezzi per entrare nella ZTL?

A tutto ciò, mentre altri comuni hanno risposto dando ancora per quest’anno la gratuitità, tariffe agevolate, calendari eventi,….Saronno ha risposto con il “burocratese” : i regolamenti dicono questo e questo bisogna fare. Bene, cambiamo i regolamenti! A tal riguardo ci risulta che le associazioni di categoria abbiano gia’ fatto delle proposte a fine anno e che il comune latiti nella risposta. Dal regolamento dei dehor, a quello degli ambulanti (altro tema), a quello del DUC (motore vero degli eventi).

Chiediamo al Comune ed ai partiti in maggioranza, eletti dai cittadini :

visto che i regolamenti non sono stati ancora rinnovati per mancanza dell’amministrazione comunale, vogliamo compiere un atto di amore e ragionevolezza nei confronti della citta’ e risolvere con il buon senso i punti di cui sopra? Varese, Gallarate, Solaro, etc…hanno tutti trovato delle soluzioni. La buona volonta’ fa la differenza. Arroccarsi dietro i documenti ed i vetri riflessi, non è una soluzione. Ma forse…l’argomento non è ritenuto importante, visto che l’assessorato al commercio nei fatti non esiste piu’ (accorpato al Bilancio, non è gestibile ed i fatti lo dimostrano).


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

14 Commenti

  1. Ma cosa dite?
    Io ho potuto mettere tranquillamente gli stessi tavolini che mettevo l’anno scorso. Ho solo pagato la tassa di occupazione come sempre fatto prima della pandemia

  2. Le cose possono cambiare solo con un rapporto di fiducia e costruttivo fra le parti. Finché ognuno pensa che può essere meglio di un altro senza rimboccarsi umilmente le maniche nulla cambierà. Commercianti compresi.

  3. Signora Giudici lei che si ritiene tanto “precisina” : forse
    rileggere gli articoli prima di pubblicarli per eliminare il copia incolla sarebbe opportuno!!!
    Figuraccia!

  4. Il PD aveva promesso musica fino a tardi, aperture negozi in extra orari , eventi su eventi , non ho visto ancora niente, incapaci !

  5. 6) Se i bar devono chiudere con le attivita’ esterne alle 22, vuol dire smontare gia’ alle 21:30….ma almeno nel week-end, non vogliamo prolungarlo? un’ora e mezza, il tempo di un aperitivo , un gelato o una cena fuori….

    Almeno questa la sposo al 100%

  6. Cambiamo davvero , si può fare intervenire la prefettura? Chi adduce motivi di sicurezza deve anche motivarli

  7. Fonti dicono che arriverà una notizia bomba, un mega evento all orizzonte, si tratta solo di aspettare

  8. Si tratta solo di attendere qualche settimana , arriverà una programmazione che stupirà tutti ..

  9. Io ho un bar , alle 22 lo voglio pieno di gente , devo fare l’incasso lo capite voi che avete il posto fisso??? state fuori dalle la realtà!

Comments are closed.