x

x

SARONNO – Sono stati richiamate a balconi e finestre prima da una serie di urla poi dalle sirene dei carabinieri i residenti di via Colombo che tra sabato e domenica hanno vissuto ore decisamente animate.

Intorno alle 23 il primo movimentato episodio con una violenta lite tra due coppie. Le motivazioni non sono note ma si parla di questioni familiari. Temendo il peggio, sentendo le urla e vedendo la violenza degli affondi, i residenti hanno dato l’allarme. Sono arrivati i carabinieri, due pattuglie, e un’ambulanza. Una delle due coppie, entrambe di origine sudamericana, si è dileguata sentendo le sirene. L’altra è rimasta sul posto. Ha parlato coi carabinieri ma ha rifiutato il trasferimento al pronto soccorso.

Tutto finito, calma ritrovata? No perchè risate e schiamazzi sono continuate fino alle prime ore di domenica con proteste e segnalazioni a comune e forze dell’ordine da parte dei residenti esasperati.

(foto archivio)

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

11 Commenti

  1. Che notizioooona! Grandi contenuti negli articoli di questo Ilsaronno! Da quando Obiettivo Saronno si è defilato siamo a corto di informazioni?

  2. I fatti non sono andati come scritto nella notizia, lo dico da persona che abita qui e ha visto tutto. Soprattutto non è stato scritto che la cosa si ripete ogni fine settimana da quasi 3 mesi. Non siamo più padroni di dormire e siamo costretti a chiamare sempre i carabinieri. Ubriachi, violenti, urla fino alle 4 del mattino e zero sicurezza. Questa è via colombo all’altezza del numero 26. Questo va denunciato a chiare lettere. Noi non cambiamo casa per questa gente. Lo dico da cittadina e da giornalista.

  3. Spero che questi fatti facciano rendere conto alla persone che il degrado e la delinquenza non siano un problema della zona stazione e centro ma primo o poi arriveranno in tutta Saronno. Il motivo è semplice perché al posto di affrontare il problema più urgente della nostra città l’amministrazione fa finta di nulla e lo sminuisce dicendo che è solo un problema di percezione … Non se ne può più! Veramente state costringendo le brave persone a scappare da Saronno ….

    • Ho sentito da molte persone lamentare il fatto che Saronno si stia degradando, che ci siano troppi extracomunitari poco seri (perché quelli che si vogliono integrare, lavorano e sono persone a modo non danno fastidio a nessuno – ma ahimè sono pochi) soprattutto nella zona stazione e altre aree che causano spesso problemi con spaccio, delinquenza e assolutamente zero rispetto per la città e gli abitanti….mi dicono che non è più la cittadina di 10/15 anni fa che ricordo era molto carina e vivibile…invece ora tanto degrado. Mi chiedo cosa facciano sindaco e giunta, perché il degrado parte proprio dal disinteresse e incuria dell’amministrazione di una città…. più regole e disciplina. Ma questo a livello nazionale anche.
      Che gran peccato. E pensare che, ad esempio, Lainate che a parità di Saronno non ha nulla di che, a parte la piazza centrale e la bellissima Villa Litta…ma per il resto non ha granché…eppure sembra essere più vivibile…persino Caronno Pertusella e Origgio sono più residenziali di Saronno. Che peccato! Una città che era davvero una chicca….che vergogna Sindaco!!!

      • la città attrattiva e attraente promessa in campagna elettorale dai maestri del bla,bla,bla… e la gente ci casca.

  4. Sembrerebbe di scoprire l’acqua calda quando si vuole fornire un suggerimento risolutivo a questi episodi intolleranti, diventati una consuetudine per una generazione di cittadini che delle regole civili se ne infischia. Poiché le Forze dell’Ordine sono oberate di servizi per la sicurezza, si potrebbe istituire per la Polizia Locale, articolando turni di servizio che possano coprire le ore maggiormente critiche, (dalle ore 20,00 alle ore 02,00) rimodulando il contratto di lavoro esistente, in quanto dipendenti comunali. E’ ovvio sottolineare l’adeguamento economico rapportato al servizio prestato.

Comments are closed.