SARONNO – “Ogni giorno sempre peggio: a Saronno nessuno spazio per la cultura “popolare””. Inizia così la nota del leghista Stefano Morandin in merito alla notizia del rinvio di 24 ore della sfilata storica di Sant’Antonio per la concomitanza con il corteo anarchico contro la sorveglianza speciale.

“È di ieri la notizia che, per motivi di ordine pubblico, il corteo storico di Sant’Antonio, in occasione della festa dell’aia, dovrà essere spostato da sabato 9 a domenica 10 luglio. Quali sono i motivi di ordine pubblico? L’ennesimo corteo non autorizzato dei signori anarchici del Telos.

Ricapitoliamo: una manifestazione autorizzata, con corteo rievocativo per le vie della città, per tenerne vivi usi, costumi e tradizioni, deve essere spostata perché gli anarchici vogliono fare una manifestazione contro i provvedimenti comminati dalle autorità contro di loro. Già a questo punto ci sarebbe da mettersi le mani nei capelli.

Ci piacerebbe molto sapere il pensiero del sindaco Airoldi e dei suoi assessori: non è forse il caso che intervengano, magari chiedendo alla questura di garantire la possibilità di svolgere in sicurezza una manifestazione culturale autorizzata. Oppure, essendo cultura popolare il Sindaco Airoldi e il suo assessore alla cultura non ne vogliono sentir parlare, preferendo la manifestazione anarchica, promossa da elementi contigui all’estrema sinistra saronnese, alleata di Airoldi?”


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

27 Commenti

  1. Come se lo scrivente non sapesse benissimo che la richiesta arriva dal Prefetto…che tristezza

    • Sì è del prefetto.
      Infatti nel comunicato leggo che si chiede una parola del sindaco…che tarda ad arrivare come sempre se non per lanciare due slogan di facciata.

  2. Ha perso un’occasione per stare zitto ed evitare figuracce. Se veramente il Sindaco fosse solidale con gli anarchici, avrebbe chiesto loro gentilmente di spostare la manifestazione al giorno successivo.
    I leghisti che tanto sbandierano la mancanza di sicurezza ora criticano un provvedimento che si è reso necessario proprio per garantire la sicurezza dei cittadini!

    • Cioè secondo te è giusto spostare una manifestazione autorizzata perchè era concomitante con una non autorizzata. Questo è il tuo concetto di sicurezza ? Allucinante !
      E sì, hanno perfettamente ragione i leghisti.

    • Bisogna avere un bel coraggio per scrivere una cosa simile !
      Ci stiamo dicendo che non siamo in grado di bloccare un corteo anarchico e non autorizzato e che le persone che invece hanno l’autorizzazione si devono adattare al volere di questa gente.

    • Seguendo il suo ragionamento chiunque potrebbe fare manifestazioni senza chiedere l’autorizzazione.

  3. Ha ragione.
    Corteo storico AUTORIZZATO, rinviato per far spazio a manifestazione NON AUTORIZZATA che porterà guai e disagi in città.
    Bravo Airoldi, sei stata la scelta peggiore per Saronno. E credo che Saronno se ne sia accorta

  4. A questo punto possiamo dire che non ci sono più regole la paura la fa da padrona e far rispettare la legge non va più di moda ,se un gruppo di sfaccendati riesce ad ottenere sempre ciò che vogliono :organizzare manifestazioni abusive mettendo a rischio i cittadini saronnesi e il lavoro dei commercianti e bloccare dei eventi tranquilli come la consueta festa di sant’Antonio mi viene da dire che la città e sottomessa che dire PECCATO che la legge e sopraffatta !!!

  5. Ma se l’ha voluto il prefetto si puo’ sapere perche’ ve la prendete con il sindaco? Malafede a tutta birra!!!

  6. Fa molto dispiacere che un legalissimo corteo storico di Sant Antonio , tanto caro per i Saronnesi , debba essere rinviato per lasciar posto ad un illegale corteo e manifestazione anarchica. E’ come dire prima spazio agli illegali anarchici e poi le manifestazioni storiche legali .

  7. Non so se è peggio l’uscita di costui o alcuni commenti… Evidentemente che si somiglia si piglia

  8. Dai almeno stavolta ha lasciato da parte i suoi cavalli di battaglia: la coppa cobram e l’Fbc Saronno

  9. Ha ragione, non si può spostare una manifestazione regolare perché un gruppo di anarchici ha deciso di fare un corteo non autorizzato.

  10. C’è qualche altra città in Lombardia che sia da anni in “ostaggio”di questo gruppo che si definisce anarchico senza sapere, c’è da scommettere, cosa sia l’anarchia? Il problema non è il corteo ma la totale assenza di una benché minima parvenza di democrazia. Gli intoccabili di una sinistra estrema con un desolante vuoto pneumatico di ideali.

    • Senti io sono di sinistra e questi con me non hanno nulla da spartire quindi la prego di aprirsi qualche libro e non fare confusione

  11. Ci pensano gli animalisto100x100 a presidiare contro il legittimo corteo di Sant’ Antonio del 10 luglio. Ed ilsaronno fiancheggiatore scriverà profluvi di articoli sulle prodi gesta degli animalisti . Di fatto ha già pubblicato il loro minaccioso avvertimento .

  12. Bastava semplicemente non permettere la manifestazione degli anarchici e il gioco era fatto. Ma sappiamo tutti che Telos e amministrazione PD vanno sempre a braccetto.

Comments are closed.