SARONNO – “Mi ha afferrato la spalla, tirandomi indietro. Ho urlato. Fortunatamente ero con un mio familiare che si è girato ha apostrofato con decisione l’aggressore che evidentemente non si aspettava una reazione e vista la malaparata se n’è andato. Tutto si è concluso rapidamente ma non c’è sicurezza a Saronno. Non posso fare a meno di chiedermi cosa sarebbe successo se fossi stata sola o con mio figlio”.

Sono le parole di una mamma saronnese di 31 anni che ha raccontato a ilSaronno il brutto episodio di cui è stata vittima lunedì sera, intorno alle 19 in corso Italia che ha visto anche l’arrivo di una pattuglia dei carabinieri.

“Quando l’aggressore si è allontanato ho chiamato i carabinieri. Sono arrivati nel giro di 2 minuti con sirene spiegate. Mi hanno fatto sedere e tranquillizzare. Quindi ho raccontato l’accaduto”. La saronnese ha fornito gli elementi per risalire all’identità dell’uomo, che secondo la ricostruzione era ubriaco al momento dell’aggressione. Ieri la donna era ancora dolorante alla spalla da cui è stata bloccata.

Elementi utili per identificare il responsabile dell’accaduto potrebbero arrivare dalla videosorveglianza visto che i portici di corso Italia, compreso il tratto all’altezza del negozio Tezenis dove è avvenuta l’aggressione, sono coperti dagli occhi elettronici del comando di polizia locale.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

32 Commenti

    • La cosa è collegata. Sono stato in Germania per anni, prova a girare ubriaco, anche solo per i fatti tuoi senza dar fastidio a nessuno, se s’accorge la polizia, a vedere cosa ti succede….Il fatto è che in Germania la polizia è ad ogni angolo di strada nei centri urbani, qui…….lasciamo stare.

    • Beh, se quelli che alzano il gomito sono la popolazione principale che occupa tutte le panchine del centro, direi che forse c’è un problemino di sicurezza. Ma capisco che la claque di Airoldi neghi il problema, come fa con tutto il resto (fallimento Natale, fallimento eventi, fallimento dell’assessore al commercio ecc ecc)

  1. La situazione è spesso così. Il centro è diventato uno schifo e non c’è sicurezza; giro con mio figlio è spesso ha paura. Più volte ho contattato la polizia locale perché i soliti noti o quelli che si aggiungono esagerano. È ora di intervenire ma sul serio altrimenti aprire i negozi non servirà più a niente

  2. Continui episodi di aggressioni e violenza in pieno centro cittadino e il tutto nel silenzio più assoluto del sindaco Airoldi responsabile unico della sicurezza a Saronno.
    A questo punto anch’io mi sono fatta convinta che a Saronno il sindaco non esiste.

    • Ma anche basta con queste critiche a prescindere, cosa dobbiamo fare ? Chiamare l’esercito? Siamo seri dai….. Si fa quel che si puó limitatamente alle nostra forze.

      • ma come critiche a prescindere !!!!!!!!!!!
        ma se ogni giorno ci sono aggressioni e quant’altro questa non é critica a prescindere ma assoluta mancanza di sicurezza per manifesta incapacità del sindaco e della sua amministrazione tutta.
        Saronno sta diventando invivibile.

  3. Sono episodi che si verificano in tutti i comuni, mi spiace x la signora. Ma la sicurezza in questi termini mancherebbe ovunque: uno si ubriaca in casa, esce e fa una cazzata. Ditemi cosa c’entra la sicurezza a Saronno….

    • C’entra, ovviamente: se lei non riesce a cogliere come uno sia direttamente responsabile di come si comporta in pubblico (e, a tratti, anche nel suo privato), consiglio un po’ di educazione civica o, semplicemente, buona educazione.

      Per il resto, che ciò si verifichi anche in altre città, poco importa: i problemi non si compensano a vicenda (non vige la regola del “mal comune…”). Io vivo a Saronno: mi preoccupo di Saronno. Se, poi, si vuole intervenire pure altrove, ottimo!

  4. Airoldi si dimetta.
    Nemmeno una parola di sostegno per questa cittadina.
    Sono più importanti gli alberi e la CO2?
    A casa!!!!

  5. I BAR SANNO A CHI DANNO DA BERE. I SUPERMERCATI SANNO A CHI VENDONO DA BERE. BISOGNA EVITARE DI RIEMPIRE DI ALCOOL CERTA GENTE E SE SI VEDE QUALCUNO UBRIACO ANZICHE’ FARE FINTA DI NIENTE, BISOGNA CHIAMARE SUBITO LE FORZE DELL’ORDINE E SEGNALARE LA SITUAZIONE CHE PUA’ DEGENERARE E DIVENTARE MOLESTA E PERICOLOSA.

  6. Quando avete votato un sindaco di un partito che la sicurezza l’ha fatta scomparire ovunque in Italia dovevate saperlo.

    Dispiace che a pagare le scelte scellerate sono sempre le persone indifese !

    Rifletté la prossima volta !

  7. Sono proprio curioso di sapere cosa ha riferito al questore ed al prefetto settimana scorsa durante l’incontro che c’è stato a villa Gianetti sulla sicurezza?
    Però continuiamo ad usare la polizia locale per controllare le grigliate ai parchi e a non assumere nuovi agenti..

  8. Questa amministrazione non cura in alcun modo la sicurezza ed il cittadino e’ abbandonato a sé stesso. Essere aggrediti alle 19 in Corso Italia, pieno centro storico, e’ molto grave. Io abito nella zona vicino San Cristoforo , Piazza Unita’ d’ Italia, che ogni sera, fino a tardi, diventa il ritrovo preferito di ubriachi e violenti. Qualche volta ho chiamato i carabinieri, che sono intervenuti, ma la sera dopo la situazione e’ tornata a ripetersi ,come se nulla fosse, con urla, schiamazzi e talvolta aggressioni verbali e fisiche. Cosa pensa di fare il sindaco Airoldi e la sua giunta???

  9. Elogio come sempre forze dell’ ordine,certo una richiesta al sindaco per sollecitare questa situazione,ma ogni cittadino sarronese sia vigile ,non siamo indifferenti a questi episodi, Io non mi sporco le mani ci deve pensare. L istituzioni già meglio criticare che intervenire siamo uniti tra noi , apriamo l orizzonte invece di pensare come sempre a fatti nostri. Cerchiamo di essere uniti senza nessun segno politico costa poco per una città migliore ,la gente lasciano parlare contano i fatti il msg lo metto a mio nome, anomino e solo msg sterile

  10. Il sindaco è responsabile della sicurezza. Vista la situazione è evidente la carenza e l’inefficacia in tale ruolo. La città deve essere vivibile, non c’è alcun servizio di pattuglie a piedi che sarebbero un buon deterrente, credo basterebbero servizi ordinari di presidio del territorio e monitoraggio delle zone critiche, è evidente che la morale suasion è un fallimento. Nel frattempo va avanti stanca e immobile la non amministrazione della città

  11. Uscendo da Messa nella chiesa di S.Francesco un uomo di etnia nordafricana defecava sotto le piante , con testimoni che lo fanno visto .. obiettivamente non ci sembra un po’ troppo ? Chiamati i CC hanno risposto che avevano tutte le pattuglie impegnate : lavorano come disperati , ma proprio perché sono in aumento gli atti delinquenziali …

  12. Ci vorrebbero dei provvedimenti veri x chi non rispetta la legge, ma dall’alto xò… In maniera tale che tutta questa gentaglia si renda conto che non si può fare tutto quello che passa x la mente.. SOLO IN ITALIA

  13. “Quando l’aggressore si è allontanato ho chiamato i carabinieri. Sono arrivati nel giro di 2 minuti con sirene spiegate. Mi hanno fatto sedere e tranquillizzare”
    Nessuno ha posto l’accento sulla prontezza della risposta delle forze dell’odine. Peccato.

  14. Quando ho chiesto la residenza a Saronno mi hanno chiesto una serie di documenti tra cui il congedo militare ma di tutti gli spacciator e alcolizzati in giro per Saronno non se ne accorge nessuno?

Comments are closed.