SARONNO – Dopo i 110 mila euro arrivati per il progetto “Radici Young”, Saronno e i Comuni dell’Ambito territoriale del saronnese sono risultati assegnatari anche del contributo di 50 mila euro che Regione Lombardia ha riconosciuto ai progetti di valore in ambito sociale.

“L’obiettivo della premialità regionale – dicono dal Comune – era quello di riconoscere la co-progettazione tra Ambiti diversi e la condivisione di intenti tra gli stessi e l’Ats di riferimento, tutti elementi presenti nei progetti messi a punto dall’ufficio di Piano saronnese e che vedranno la loro partenza nel prossimo autunno: il Patto per l’inclusione sociale ovvero un accompagnamento all’inserimento lavorativo e all’inclusione sociale attraverso l’attivazione di servizi territoriali per i beneficiari del reddito di cittadinanza e per le loro famiglie; la dimissione protetta post-ospedaliera dei pazienti fragili, la digitalizzazione dei servizi, l’attività di individuazione precoce dei disturbi di apprendimento in ambito scolastico”.

I due finanziamenti regionali si vanno ad aggiungere al contributo ministeriale di 134.000 euro per il progetto di intervento sociale (PrIns) presentato dai Comuni dell’ambito territoriale del saronnese per il contrasto agli effetti Covid-19, anch’esso arrivato nel mese di luglio. “tutti e tre i progetti finanziati – commenta l’Amministrazione saronnese – si iscrivono a pieno titolo nel campo della prevenzione e sono stati pensati per rispondere a vecchie e, soprattutto, nuove povertà nonché a contrastare i pesanti strascichi, anche psicologici, che due anni di pandemia hanno lasciato sui nostri ragazzi e sulle loro famiglie”.

10082022

4 Commenti

    • E senza Ob SAR quanti progetti sì stanno concretizzando. Qualcuno, in silenzio, è impegnato a nella politica del fare, qualcun’altro invece non può far altro che parlare attribuendosi i meriti degli uffici.

  1. Per fortuna non c’era di mezzo chi prima non aveva conoscenza e capacità per ottenerli.

Comments are closed.