SARONNO – E’ Claudio Zocco di M5s a rispondere oggi alle domande di “Come va Saronno?” il momento di riflessione e analisi lanciato da ilSaronno nel periodo estivo per fare il punto della situazione degli ultimi mesi in città e delle priorità per la ripartenza.

Ecco le risposte:

Due cose per cui Saronno merita un plauso in questo 2022 e due cose per cui la rimanderesti a settembre

Rispondo al primo quesito sorvolando, e credo che ciò rappresenti già una risposta.

Viabilità e mobilità: sono da sempre temi cruciali per Saronno. Negli ultimi mesi si sono aperti capitoli cruciali come la nuova Ztl, il ritorno del 30 all’ora, la sicurezza e la collaborazione coi comuni limitrofi. Come vedi la situazione?

La viabilità a Saronno è una questione storica. Tutti sappiamo cosa significhi attraversare la città nelle ore di punta: code di 30 minuti per percorrere 1000 metri. Il problema è legato alle caratteristiche urbanistiche di Saronno, un territorio limitato con un alto tasso di edificazione. Iniziative come quelle della Ztl, per quanto condivisibili in senso assoluto, dovrebbero essere inserite in un piano più ampio per essere efficaci, altrimenti si rischia paradossalmente di peggiorare la viabilità complessiva. Noi riteniamo che si dovrebbe pensare in grande, operazioni di piccolo cabotaggio hanno un impatto molto limitato. Per questo motivo nel programma del M5S era presente l’istituzione della figura dell’Europrogettista, un professionista esperto nella ricerca di bandi europei e nella predisposizione delle relative domande di partecipazione. La viabilità può migliorare solo con interventi radicali che mirino a ridurre l’uso dei mezzi privati e contemporaneamente spostino il traffico su arterie sopraelevate o sotterranee lasciando più possibile libertà di movimento al traffico pedonale e ciclopedonale a livello strada. Progetti come questi sono difficilmente realizzabili col solo bilancio comunale.

Eventi, commercio e sicurezza: hanno scaldato più volte, nel corso dell’anno, il dibattito cittadino. Cosa serve alla città?

Da sempre pensiamo che uno degli obiettivi di un’amministrazione dovrebbe essere la rivitalizzazione del centro e non solo della città. Portare le persone nelle piazze e nelle strade per godere dei servizi e delle attrazioni cittadine ha il duplice effetto di sviluppare il commercio e di rendere più sicure le strade. Eventi, anche itineranti nei vari quartieri della città, mostre, attrazioni sono tutte iniziative che spingono in questa direzione e negli ultimi anni se ne sono viste poche. È vero che veniamo da un periodo di pandemia che rendeva difficile l’organizzazione di eventi, ma forse si poteva fare di più.

Novità di questo 2022 la riduzione della coalizione che guida la città con una maggioranza risicata in consiglio comunale tanto da essere ridotta ad un voto. Come vedi il futuro dell’Amministrazione Airoldi?

La crisi delle forze che si sono apparentate al ballottaggio delle ultime elezioni ha portato ad una situazione molto critica in consiglio comunale. Purtroppo la maggioranza di un solo voto peserà per tutto il resto della consiliatura e non permetterà di amministrare serenamente, inducendo il consiglio, e di conseguenza la giunta, ad occuparsi solo o quasi di ordinaria amministrazione. Sarebbe troppo semplice ricordare le scelte prese al ballottaggio, quando il M5S venne escluso dall’apparentamento per fare il pieno di consiglieri insieme alla lista di OS, quasi sicuramente Airoldi avrebbe vinto ugualmente con una coalizione differente e avrebbe avuto una maggioranza molto più stabile, ma il sindaco ha preferito vincere facile. Ed ora ne paga il conto.

Quali dovrebbero essere le priorità dell’agenda cittadina a settembre?

La priorità per settembre dovrebbe essere quella di farsi trovare pronti nel caso di recrudescenza della pandemia. Tutti i servizi comunali, a cominciare dalle scuole e dagli asili, dovrebbero avere dei piani di emergenza pronti per garantire al meglio la continuità dei servizi con la stessa qualità.

Le domande sono rivolte a tutte le forze politiche presenti in città, a partire da quelle che siedono in consiglio comunale. Potranno rispondere davvero tutti: capigruppo, segretari, consiglieri, ex e interessati alla politica saronnese. Le risposte verranno pubblicate su ilSaronno. (le trovate qui)


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

8 Commenti

    • Il sindaco ha vinto anche perché la maggioranza dei cittadini non voleva più Fagioli &co

  1. Grandi idee.
    Il traffico? Una questione complessa. Ma va?
    Eventi, commercio e sicurezza:? “Rivitalizzazione del centro e non solo della città”. Davvero? non ci aveva pensato nessuno!
    il M5S venne escluso dall’apparentamento. Con il 4% e nessun seggio? Una celta incomprensibile davvero!

Comments are closed.