SARONNO – E’ iniziata questo pomeriggio, alle 14.30, l’operazione di rimozione di decine di pesci morti nel Lura sotto il ponte di via Tommaseo e di trasferimento degli esemplari ancora in vita.

E’ la terza volta in tutto (la prima di quest’anno) che, a causa della morìa di pesci e dei conseguenti cattivi odori, vengono interpellati enti ambientali al fine di rimuovere le carcasse, e spostare i pesci rimasti intrappolati nella conca formata dallo scolo acquifero che precede una parte in secca del torrente.

Gli operatori dell’Ersaf (Ente regionale per i servizi all’agricoltura e alle foreste) sono discesi ai lati del torrente con una scala dal ponte in via Tommaseo, ponendo gli esemplari vivi in un secchio d’acqua che veniva di volta in volta issato sul ponte e svuotato in un apposito veicolo atto allo spostamento di specie ittiche, in quanto dotato di una vasca di acqua pura con ricircolo d’ossigeno per evitare la stagnazione.

Lo scolo d’acqua infatti, negli anni, ha eroso il fondale del torrente fino a una profondità di circa 3 metri. A causa della secca della parte successiva a questa conca i pesci sono rimasti intrappolati, alcuni morendo e altri venendo per poco tratti in salvo questo pomeriggio.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

5 Commenti

  1. Avrebbe potuto essere il Paleardi a compiere l’eroico gesto, ma lui è a farsi premiare a Finale Ligure perché va in vacanza sempre lì.

    • Solo il personale autorizzato può intervenire altrimenti ci sono sanzioni. A volte sarebbe meglio informarsi.

  2. Per chi pensa che i fiumi si autostrutturano per muoversi ad anse così per sport…..

    • Sono mesi che segnalo all’app Municipium e all’ufficio Verde del comune la necessità di tagliare il verde nel letto del fiume (altezza Via Roma).
      Attendo fiduciosa che qualcuno lo faccia.

  3. Questo fenomeno ormai si ripete da anni l’anno scorso si è tamponato immettendo acqua da un idrante ,ora è passato un altro anno e nulla è stato fatto ma sono stati stanziati 500.000 euro da un bando sulla rigenerazione urbana da parte di Regione Lombardia per il ripristino delle sponde del Lura .
    Sorge spontanea una domanda:
    Ma dopo un anno di effettivo finanziamento cosa si aspetta ad utilizzare questi fondi visto il ripetersi del problema

Comments are closed.