SARONNO – L’idea, realizzata nell’ambito di alcuni progetti di ruralizzazione portati avanti dal Parco Lura, è quella di produrre un Merlot “made in Saronno” ma la natura ha bisogno del suo tempo, ossia almeno un altro anno. Insomma quest’anno ancora niente vendemmia a Saronno. Stiamo parlando della vigna che si trova all’esterno della Cascina Paiosa alle porte della Cassina Ferrara. Nell’ambito della riqualificazione della zona un progetto ideato dalla Giunta del ex primo cittadino Luciano Porro e avviato dall’Amministrazione dell’ex sindaco Alessandro Fagioli (e non ancora concluso) è stato piantato, nel 2021 dal parco Lura, anche un vigneto di mille metri quadrati.

I frequentatori dell’area verde e i residenti della Cassina Ferrara hanno notato, malgrado la grande siccità e i problemi legati ad un anno davvero difficile, i primi grappoli d’uva merlot ma prima di arrivare alla produzione del vino ci vorranno almeno altri 12 mesi. Del resto quest’anno il vigneto è stato soggetto ad alcuni interventi antiparassitari. Il parco ha naturalmente cercato di ridurre al minimo l’uso di questi prodotti ma sono stati necessari per affrontare alcune criticità.

L’obiettivo l’anno prossima, magari con l’aiuto di una stagione si spera senza siccità, è di arrivare a produrre tra le 700 e le mille bottiglie di vino pari a 5-7 ettolitri di vino che si possono facilmente ricavare da 7-10 quintali di uva.

Ancora nessuna novità, invece, sullo spazio della Cascina Paiosa completamente riqualificato e in attesa di una nuova vita. Nel tempo si è parlato di diversi progetti da una porta del parco Lura con una struttura per la ristorazione e servizi informativi e di bikesharing a un centro di aggragazione giovanile con la scelta dell’Amministrazione di partecipare ad un bando con alcuni associazioni cittadine.

(foto archivio)


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

6 Commenti

  1. 1000 metri quadri, 7/10 quintali di uva prodotta, 1000 bottiglie di vino….ma chi ha scritto questo articolo ha mai visto o visitato il vigneto? …o è solo propaganda?…

    • Se c’era Fagioli i treni arrivavano in orario, ci sarebbe stata la moltiplicazione dei pani e dei pesci e i vitigni anticipando i tempi naturali avrebbero sfornato vino in 7 giorni … Si lavora sempre, niente riposo

  2. È stato piantato nel 2021 ? Ci vogliono per lo meno 3 anni per produrre uva da vanificare

Comments are closed.