x

x

SARONNO – Decine di banchi e di sedie ben accatastati nell’angolo più remoto del giardino della scuola elementare Pizzigoni. E’ l’immagine che molti genitori saronnesi vedono con i loro figli ogni mattina portando i piccoli alunni dell’istituto di via Parini a lezione. Anche per questo è partita la segnalazione. “C’è un problema di decoro – spiega una mamma – ma anche di sicurezza. E’ vero che sono nell’angolo più remoto del giardino ma sappiamo tutti come sono i bambini e come bastino pochi minuti per trovarsi a fare i conti con una situazione problemtatica”. C’è poi un aspetto più d’immagine: “C’è anche un messaggio di spreco e di abbandono – rimarca una mamma – che non è bello che i bimbi abbiano quotidianamente nello spazio dove dovrebbero imparare il rispetto delle persone, delle cose e delle risorse visto il complicato mondo in cui si troveranno a vivere”.

Da questa considerazioni la richiesta di un intervento ma anche la curiosità di conoscere il futuro di banchi e sedie: “Chissà quale sarà la loro destinazione e soprattutto quanto tempo resteranno ancora lì come potenziale pericolo per i bimbi che usano il cortile” conclude un papà.

A rispondere il Comune che spiega come la scuola abbia contattato gli uffici proposti che hanno provveduto a fornire tutti i dettagli per la rimozione dei banchi. In sostanza sarà concordata con Amsa una data in cui i vecchi banchi saranno prelevati dal cortile, differenziati (separando le parti in ferro da quelle in legno) e correttamente smaltiti.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.

Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”

Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

14 Commenti

    • Airoldi e la sua amministrazione “green” non conoscono questi termini. l’unica cosa che sanno dire è…. biciclette, biciclette, sempre e solo biciclette.

  1. L’unico potenziale pericolo è questo articolo, creato per inutile polemica, metteremo le sedie nella sede de Il Saronno cosa ne dite?

  2. Ma chi ha deciso di cambiare i banchi e accatastarli li? Il comune o la scuola? E chi vuole buttare via questo ben di dio? Il comune o la scuola?
    Dai su per favore, ennesimo articolo polemico contro l’amministrazione, non se ne può più!

  3. Premetto che buttarli sarebbe uno scandalo, dalle foto, che magari possono ingannare non sembrano cosi malconci da giustificarne lo smaltimento.
    Non si possono donare o in Africa o in Ucraina? Sarebbe anche un gesto di solidarietà utile anche ai nostri figli per capire cosa vuol dire aiutare

    • Ma i nostri figli stavano scomodi in quei banchi quasi nuovi o volevamo solo cambiare l’abito?

    • Ma lo sa quanto costerebbe il trasporto?? Molto di più del valore di questi beni da smaltire! Solidarietà non significa spendere di più di quanto si dona!

      • Se donati ad associazioni ed ad onlus, i costi di trasporto non se li deve accollare il “donante”….allora buttiamo via banchi nuovi!?….domandiamoci allora perché li stanno sostituendo e a quali costi, possiamo vedere i costi di acquisto sei vecchi banchi, i costi dei nuovi che andranno a sostituire quelli dell’articolo e i costi di smaltimento?….ma immagino che dalle parti della centralissima Saronno queste cose hanno poca importanza….

        • Non sono banchi nuovi e sono banchi idonei ai bambini delle scuole elementari. Mi ricordo che, quando c’erano le riunioni in classe, mi sedevo su quelle seggioline e le ginocchia mi arrivavano allo stomaco. Basta dire stupidaggini

  4. È più di un mese che sono accatastati fuori in cortile ora sì che sono rovinati…

Comments are closed.