VARESE – L’assessore regionale alla Sicurezza, immigrazione e polizia locale, Romano La Russa, ha sottoscritto, oggi in Prefettura a Varese, l’accordo finalizzato a rafforzare la sicurezza sui treni, nelle stazioni e sugli autobus della provincia di Varese, anche attraverso il supporto delle polizie locali.

Progetto sperimentale – L’iniziativa, approvata dalla Giunta nei giorni scorsi su proposta dell’assessore La Russa, sarà attuata in via sperimentale e fa seguito all’iniziativa della provincia di Lecco. “L’utilizzo delle polizie locali anche per questo servizio nell’esperienza lecchese – ha commentato il presidente della Regione, Attilio Fontana – ha permesso di incrementare la sicurezza, grazie a specifici servizi per il controllo del territorio, contrastando anche i numerosi atti vandalici che venivano commessi”.

La Russa: agenti su treni e bus – “Dopo la positiva esperienza del progetto regionale avviato con la prefettura di Lecco – ha spiegato l’assessore regionale alla Sicurezza Romano La Russa – che ci ha consentito di aumentare i servizi su treni e stazioni e diminuire gli episodi delinquenziali in quella tratta, lo riproponiamo con la prefettura di Varese.

Novità della nuova edizione dell’accordo, è che gli agenti circoleranno, oltre che sui treni, anche a bordo degli autobus, dove sempre più frequentemente si registrano episodi di microcriminalità. Sarà ancor più determinante il supporto della Polizie locali dei territori che affiancheranno carabinieri e polizia”. “Confidiamo dunque – ha continuato l’assessore La Russa – anche in questo caso, nella buona riuscita dell’accordo. In tempi piuttosto critici dal punto di vista della sicurezza, messa sempre più a rischio dall’aumento di episodi di criminalità che vedono quasi sempre protagonisti extracomunitari, un maggiore presidio sui mezzi di trasporto e una maggiore vigilanza sono una risposta importante e concreta, seppur ancora parziale, per i viaggiatori, per il personale viaggiante e per l’intera cittadinanza”.

Da Regione 30.000 euro per servizi aggiuntivi – L’accordo, siglato, oltre che da Regione Lombardia, anche dalla prefettura di Varese, da Trenord, Rfi, Ferrovie Nord e dai Comuni capofila di Varese e Busto Arsizio, è stato finanziato dalla Regione con 30.000 euro, destinati ai Comuni del comprensorio. Somma che andrà ad incrementare le risorse erogate per il pagamento dei servizi agli agenti di polizia locale.

30092022

2 Commenti

  1. Altri soldi buttati nei pozzi senza fondo di Varese e Busto Arsizio, ma con la caduta della lega arriveranno tempi duri anche per voi!

  2. Toc toc toc!!!! Airoldi!!! Ci sei?!
    Sicurezza, si parla di sicurezza e la Polizia Locale è chiamata in causa per garantire la SICUREZZA.
    Anche quella di Saronno dovrà contribuire alla sicurezza nelle stazioni, sui treni e sugli autobus.
    Airoldi attendiamo di conoscere i servizi che faranno gli agenti e, ovviamente i risultati.

Comments are closed.