SARONNO – L’Italian Softball Series entra nel suo ultimo, infuocato, weekend: tra sabato 1 ed eventualmente domenica 2 ottobre si conoscerà il nome della squadra vincitrice tra Inox Team Saronno ed Mkf Bollate. Si riparte dal 2-0 nella serie in favore di Saronno che è quindi ad un successo dal conquistare il primo scudetto della sua storia. Le prime due gare disputate sul diamante di Bollate sono state combattutissime, chiudendosi per la quinta volta su sei negli scontri di questa stagione tra le due compagini lombarde con un solo punto di scarto (6-5 e 1-0), e hanno lasciato dietro di loro molte discussioni che con ogni probabilità si tradurranno in agonismo sul campo di Saronno per le sfide che decreteranno a chi andrà lo scudetto 2022.

Saronno mai nella sua storia si era trovata ad una sola vittoria dal grande obiettivo, per giunta potendo contare sul fattore campo, frutto delle ottime prestazioni di Milagros Lozada (3-7, HR, 3 RBI), Giulia Longhi (2-4, 3B, 1 RBI), Alessandra Rotondo (2-4, 3 R, 1 RBI) ed Alexis Handley (7 IP, 3 H, 0 R, 2 BB, 8 K) su tutte, all’interno di una squadra guidata da Eduardo Arocha che ha saputo dimostrare grande maturità sia nel rimontare da una situazione di svantaggio come in gara 1, dove i cambi di leadership sono stati diversi, sia di sbloccare e poi difendere il risicato vantaggio come in occasione del pitching duel di gara 2. La difesa, che qualche problema aveva destato nella semifinale contro Forlì, sul diamante bagnato di sabato ha saputo limitare le imprecisioni ad un solo errore.

Bollate dall’altra parte resta aggrappata ai precedenti di Forlì nel 2002 e Lazio nel 1987, le uniche due volte in una squadra è riuscita a rimontare uno svantaggio di 0-2 nella serie finale e laurearsi Campione d’Italia. Un’eventuale impresa bollatese sarebbe però ancor più speciale, dal momento che in entrambi i casi sopracitati la rimonta avvenne tra le mura amiche. Se i precedenti non sorridono alla squadra per tredici volte campione d’Italia, motivo di credere nell’impresa viene dal campo: la formazione guidata da Indalecio Mesa in entrambe le partite è stata molto vicina a vincere e dunque a poter raccontare tutta un’altra storia. Elisa Cecchetti (2 HR in gara 1) e Veronika Peckovà (4-6, 2 RBI; 7 IP, 3 H, 1 R, 0 BB, 10 K) si sono dimostrate in eccellente forma e potrebbero essere delle armi importanti. Anche tra le più giovani l’impressione è quella di una squadra che non accetta di darsi per vinta: il doppio battuto da Elisa Princic nel finale di gara 1 ne è un esempio.

L’ultimo weekend di Serie A1 Softball comincerà sabato 1° ottobre alle ore 17, con l’eventuale gara 4 a seguire. In caso di parità dopo gli incontri del sabato la decisiva gara 5, sempre sul diamante di Saronno, andrà in scena domenica 2 ottobre alle ore 11. Tutte le partite saranno trasmesse in diretta su FIBS TV, con pre e post-partita, e su MS Channel (canale 814 di Sky).

Programma Italian softball series

GARA 1: Mkf Bollate – Inox Team Saronno 5-6

GARA 2: Mkf Bollate – Inox Team Saronno 0-1

GARA 3: Inox Team Saronno – Mkf Bollate (sabato 1 ottobre, ore 17)

EVENTUALE GARA 4: Inox Team Saronno – Mkf Bollate (sabato 1 ottobre, +30′ dopo la fine di gara 3)

EVENTUALE GARA 5: Inox Team Saronno – Mkf Bollate (domenica 2 ottobre, ore 11).

(foto: Inox Team Saronno. Credit Non solo volley/Giovanni Pini)

01102022