SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo la nota di Legambiente in merito agli ultimi abbattimenti in città.

“Saronno vanta nella provincia il record di consumo di suolo e si colloca al 18° posto tra i 1500 comuni della Lombardia. La cementificazione di Saronno è pari al 70% del suo territorio, con una densità abitativa tra le più alte della provincia di Varese.

In questo contesto altamente urbanizzato, le aree verdi e gli alberi dovrebbero avere un posto prioritario nell’agenda di qualsiasi Amministrazione saronnese. Ad oggi non abbiamo riscontrato alcun cambio sostanziale di passo, se non una maggiore attenzione alla dimensione dei tondelli degli alberi, operazione peraltro degna di nota.Soprattutto negli ultimi anni, i nuovi progettisti del paesaggio e le amministrazioni locali di città limitrofe stanno operando scelte sempre più coraggiose e rivolte ad un maggior utilizzo dello spazio, destinando superfici sempre maggiori agli alberi ed aumentando il numero netto di nuove piantagioni.

A Saronno no, ad oggi tutte le nuove trasformazioni non prevedono piantumazioni sufficienti a mitigare l’impatto dei nuovi edifici e del cambiamento climatico.

L’anno scorso sono state rilevate da comuni cittadini di Saronno circa 400 fallanze di alberi. A queste si aggiunge la mancata piantumazione di un albero per ogni nuovo nato. L’amministrazione ha annunciato l’abbattimento di ulteriori 90 alberi e la ripiantumazione, in più occasioni posticipata, di 128. Nell’arco di dieci anni, al bilancio sono venuti a mancare circa 2500 alberi. Assistiamo pertanto da troppo tempo a un impoverimento sempre maggiore del patrimonio arboreo e alla poca volontà di rendere il verde al centro
della gestione di una città.

Significativa è la situazione venutasi a creare lungo il viale alberato di Via Milano che è classificato nel PGT (tavola DdP_07) tra i principali viali alberati urbani. Il 21 novembre 2022 sono stati abbattuti 8 ippocastani a causa di una malattia segnalata dall’Agronomo. Essendo un viale alberato un elemento chiave e insostituibile del sistema urbano ci sembra logico ripristinare in loco tutte le essenze abbattute. Invece no, da quanto comunicato, ormai a cose fatte dall’Amministrazione e senza un dibattito pubblico sulle diverse opzioni, la compensazione avverrà in altro luogo e con ligustri, piante arbustive. Lo stesso vale per i filari di piante abbattuti in via Cattaneo e in Cassina Ferrara. Non avendo preventivamente ricevuto nessuna indicazione di dettaglio su questo e altri abbattimenti, è stato comunque chiesto da Ambiente Saronno OdV un incontro urgente con le Autorità preposte.

Ambiente Saronno ODV si impegna ogni anno, in occasione della festa dell’albero, a fornire piante ad alto fusto al comune di Saronno, ma ci sembra che né questa, né le altre iniziative abbiano dato seguito a impegni sostanziali da parte dell’Amministrazione.
I cittadini e l’ambiente di Saronno si meritano molto di più.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn
C’è anche la newsletter: clicca qui per info e iscrizione

27 Commenti

    • Legambiente e “airoldi” Sono tutti parte della “grande famiglia della sinistra”. Lega ambiente borbotterà solo perchè dovuto ma non fermerà mai nulla.

  1. Vi siete svegliati? Gli alberi sono già stati abbattuti, ormai l incontro urgente è inutile, la prossima volta state più attenti.

  2. Per trasformare quel sottopasso da un cesso a parte di Saronno purtroppo gli ippocastani sono di troppo. Per le altre vie in effetti stride un po” con il “salva via roma”. La dx o legambiente ecc faccia comitati cittadini… Non c’e’ nulla di male se pensano che le loro idee siano giuste.

  3. Come si dice, MEGLIO TARDI CHE MAI ,in questa stagione la natura tendenzialmente va in letargo in questo caso c’è un risveglio inaspettato purtroppo dopo a fatto già avvenuto

  4. Ho visto oggi che hanno abbattuto più di 10 pioppi dietro al carrefour vicino al parcheggio di via primo maggio.
    Non sembravano malati

  5. Ho notato che sono stati abbattuti un buon numero di alberi all’interno del parcheggio di via Primo Maggio.
    Non sono un esperto ma non mi sembrava fossero malati o altro, anzi in estate tenevano le auto all’ombra.
    E’ un vero peccato perchè per far crescere alberi così ci vogliono anni ma forse serviva più spazio in una città già assediata da smog e cemento.
    Peccato.

  6. Quando qualcuno riceverà una pianta su un auto, con annesso morto, rispolvereremo questo articolo.
    Se qualcuno ogni tanto guardasse al di la del proprio naso, scoprirebbe eventi passati infelici…..

    • Stando al suo ragionamento perché non abbattiamo tutti gli alberi a Saronno e non li sostituiamo con cespugli così non ci saranno più problemi di sicurezza
      MA PER FAVORE

    • Tipico della sinistra. Fanno quello che vogliono, qualcuno dei loro accoliti si gonfia il petto di sdegno ma poi tutto finisce sempre a tarallucci e vino fra di loro. Alberi tagliati e fruscelli al loro posto, così è se vi pare.

    • Abbattere un albero 🌲 malato non è una brutta cosa. Tagliare viali dì alberi e non ripiantare significata cambiare il paesaggio… Oltre al danno ambientale. E piantarli altrove non è uguale. Ma comunque è una scelta. Certo se penso a Via Roma…. Abbiamo scoperto che il taglio di alberi non ha colori 😁i:-)

    • Basta avere cura delle piante, potarle, lasciargli spazio con tondelli sufficienti, e loro non cadono. Se hai ancora paura, vai a parcheggiare da un’altra parte. Al sole, magari.

    • … “Se qualcuno ogni tanto guardasse al di la del proprio naso, scoprirebbe eventi passati infelici” …
      ?????
      No stia sul vago, ci dia qualche dato!! Grazie

  7. Però ripiantumare nuovi alberi al posto dei vecchi in Via Milano anziché altrove non mi sembra un idea folle.
    Non è che i progetti di riqualificazione dell‘ex Isotta sn sfumati per salvaguardare l‘area boschiva spontanea che si è formata negl‘anni?….in questo modo rientra nel conteggio del bilancio verde…Ovviamente è una battuta di spirito però effettivamente piantare alberi, non dico a casaccio, non costa moltissimo e dubito ci siano cittadini contrari. Sarebbe bello tornare ad avere alberi rigogliosi per le vie del Centro o nei viali di accesso alla città

  8. Le piante ed il verde vanno curati e manutenuti anche creando lo spazio ( i famosi tondelli) sicuro ed adeguato alla loro crescita. Aggiungiamo che se non ci fossero le piante a mitigare il disastro ambientale che subiamo quotidianamente il numero di morti ( e parliamo in questo caso di migliaia di casi) per le diverse patologie legate all’inquinamento sarebbe molto ma molto più alto. Come dire Toto…ma mi faccia il piacere..

  9. Eppur si muove ! Legamabiente con i suoi rappresentanti in giunta e in consiglio comunale tra le fila della maggioranza si è svegliata! Ovviamente non sapevano nulla della abbattimento ahhahahahsolo a cose fatte eccoli che chiedono incontri con il “loro” assessore !

    • Visto che commenta così sicuro, vorrei sapere i nomi di chi sono i rappresentanti di Legambiente in giunta. A me, socia di Legambiente, non risulta…c’è un altro circolo di Legambiente a Saronno?

  10. La giunta precedente aveva annunciato che intendeva abbattere i bagolari di via Roma e gli oppositori hanno avuto tutto il tempo per fare manifestazioni , ricorsi etcc,, la giunta Airoldi non ha fatto annunci … ha tagliato subito gli alberi per evitare di perder tempo , cosa che se lo facesse un privato incorrerrebbe in pesanti sanzioni , così usano 2 pesi e due misure e fanno ciò che vogliono senza incorrerre in sanzioni per ora

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.