SARONNO – “Se vedete un’ingiustizia ribellatevi” sono queste le parole con cui l’ex magistrato Luigi De Magistris ha concluso l’incontro tenutosi venerdì scorso al liceo scientifico GB Grassi di Saronno. De Magistris, invitato dalla docente Silvia Girola nell’ambito del progetto di educazione alla legalità, dopo essersi presentato, ha raccontato le travagliate vicende che hanno caratterizzato la sua carriera da magistrato e da sindaco di Napoli e il motivo di alcune scelte prese durante la sua vita.

Durante l’incontro l’ex magistrato ha ricordato a tutti gli studenti presenti il ruolo importante che ogni individuo ha nella società motivo per cui nessuno deve essere indifferente a situazioni che legalmente e moralmente non sono corrette ricordando dunque che le mafie riguardano tutti noi, compreso il Nord Italia dove non c’è la stessa sensibilizzazione alla lotta alla criminalità organizzata che è presente nel Sud nonostante essa si sia ramificata moltissimo negli ultimi anni senza che nessuno, probabilmente, se ne accorgesse. 

De Magistris ha scritto anche diversi libri tra cui l’ultimo pubblicato “Fuori dal sistema” in cui emerge il sentimento di essere stato tradito dalle istituzioni, un concetto ribadito anche durante l’incontro, motivo per il quale nella parte finale dell’incontro uno studente ha chiesto all’ex magistrato che cosa può fare ogni individuo per cambiare una situazione avversa visto che lo Stato a volte ostacola e “mette il guinzaglio” a tutti coloro che vogliono combatterla. Alla domanda l’ex sindaco di Napoli ha risposto: “Nonostante tutti gli ostacoli che una persona può trovare durante la propria carriera non si deve mai scoraggiare, deve avere fiducia e non cadere mai nell’indifferenza sociale che ha causato la ramificazione della criminalità organizzata non solo in Italia ma anche nel mondo in cui le “mele marce” presenti nelle istituzioni sono aumentate in modo esponenziale diventando un “frutteto”.

Non è mancata una critica alla riforma Cartabia da poco entrata in vigore che “causa un indebolimento della figura del magistrato che diventa più burocrate, conformista e maggiormente statico”

All’incontro oltre ad una platea di giovani studenti interessati, erano presenti la preside Edelweiss Bonelli, la referente Silvia Girola e diversi docenti dell’istituto.

Aldo Falgares


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn
C’è anche la newsletter: clicca qui per info e iscrizione

1 commento

Comments are closed.