SARONNO – “Completa fiducia nel lavoro della magistratura per gli accertamenti sulle responsabilità dei singoli dopo le indagini avviate da un esposto in procura della Asst Valle Olona a seguito di segnalazioni da parte del personale di Saronno”.

Inizia così la nota dell’Asst Valle Olona in merito alla corruzione all’obitorio di Saronno al centro dell’indagine dei carabinieri che ha portato a 10 misure di custodia cautelare.

“Azioni di isolati soggetti che, se confermate, consideriamo ingiustificabili, ma non possono prestarsi
a generalizzazioni che penalizzano i tantissimi operatori sanitari che svolgono con onestà e passione
il loro lavoro. La Asst Valle Olona ha avviato già a partire dallo scorso agosto i provvedimenti necessari nel pieno rispetto delle indicazioni degli organi inquirenti.

L’Asst Valle Olona, anche nel presidio ospedaliero di Saronno per le onoranze funebri, osserva e
adempie a quanto previsto dalla normativa in materia di polizia mortuaria, stabilita a livello
nazionale e regionale, con un regolamento aziendale specifico.

Precisiamo infine che non abbiamo alcuna conoscenza degli elementi che possono avere coinvolto
i due medici di medicina generale che, peraltro, non hanno rapporto di dipendenza con l’Asst Valle
Olona”.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su 
https://t.me/ilsaronnobn
C’è anche la newsletter: clicca qui per info e iscrizione

1 commento

Comments are closed.