x

x

SARONNO – Il 15 aprile a Saronno un convegno sulle ricadute economiche e occupazionali del nuovo provvedimento europeo; “Auto elettrica nel 2035: un futuro davvero sostenibile?” Ne parleranno sabato 15 aprile, a Saronno (Varese), insieme al giornalista e conduttore televisivo Paolo del Debbio, l’eurodeputata lombarda Isabella Tovaglieri (Lega-Gruppo ID), componente della Commissione Industria ed Energia del Parlamento europeo, Guido Guidesi, assessore allo Sviluppo economico della Regione Lombardia, Roberto Vavassori, membro del board Brembo Spa e del consiglio direttivo dell’Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica Anfia., Gianluigi Casati, titolare della Fonderia Casati Spa, e Carlo Bellati, giornalista di AutoMoto.it.

Il convegno, promosso in collaborazione con la Lega di Saronno, si terrà alle ore 11 all’Hotel della Rotonda, in via Novara 53. «Invito i saronnesi a partecipare numerosi per approfondire il tema della mobilità sostenibile alla luce delle nuove normative europee, che sono destinate a impattare notevolmente sul futuro del territorio e sulle tasche dei cittadini – ha dichiarato il segretario cittadino della Lega di Saronno Angelo Veronesi. – Si tratta di un’occasione davvero unica per discutere di questi temi importanti con esperti e relatori di alto livello, che hanno scelto proprio la nostra città per dare il via a una serie di incontri sui rischi e sulle criticità della rivoluzione green imposta da Bruxelles nel settore dei trasporti».

L’accesso è libero fino a esaurimento posti. È possibile prenotarsi compilando l’apposito form al link https://bit.ly/EventoID15aprile oppure chiamando il numero 345 334 9917.


Vuoi ricevere le principali notizie in tempo reale?

Su Whatsapp invia il messaggio “notizie on” al numero + 39 3202734048
Su Telegram cerca il canale @ilsaronnobn o clicca su https://t.me/ilsaronnobn
C’è anche la newsletter: clicca qui per info e iscrizione

2 Commenti

  1. Se dopendesse solo da voi. NON soi farebba MAI nulla a contrasto del cambiamento climatico…. Salvo poi stupirsi se anche in lombardia l’acqua comincia a mancare… Sara’ colpa di Babbo Natale?

  2. Visto che la lega si è sempre detta contraria al provvedimento, mi devono spiegare perché in Europa si sono astenuti invece di votare contro. Evidentemente non volevano inimicarsi qualche lobby.

Comments are closed.