SARONNO – “L’amicizia tra alcune persone ha saputo costruire nel tempo uno dei più grandi eventi culturali a livello mondiale capace in 40 anni di attirare artisti, intellettuali, scienziati, uomini di fedi diverse e laici, perfino papi oltre a milioni di persone che ne sono protagonisti prima che spettatori.”

Così il direttore generale del Meeting per l’amicizia tra i popoli Emmanuele Forlani ha definito l’evento riminese presentando lo scorso 30 maggio a Saronno l’edizione 2023 dal titolo significativo “L’esistenza umana è un’amicizia inesauribile” .

Incalzato dalle domande di Marco Piuri, saronnese che da anni è coinvolto nella progettazione e organizzazione della kermesse, Forlani ha illustrato come nasce ogni edizione, come si decide il tema, come si organizzano  le centinaia di panel soffermandosi sul ruolo centrale del volontariato. “Anche se potessimo farne a meno sotto il profilo economico  – ha sottolineato Forlani – non ce ne priveremmo mai perché senza il lavoro gratuito il Meeting non sarebbe più il Meeting, ovvero il frutto imprevisto di un’amicizia.”

Forlani ha preannunciato che il programma completo di quest’anno verrà reso noto l’11 luglio mentre già dal 15 giugno si conoscerà il cartellone artistico, un calendario ricco che quest’anno parlerà anche saronnese. Il gruppo teatrale UFO infatti metterà in scena insieme ad Alessandro Preziosi una pièce tratta dal celeberrimo romanzo di Melville “Moby Dick” che avrà come sottotitolo “una smania perpetua di cose remote”.

Al prossimo incontro di Meet the Meeting in calendario l’8 giugno alle 21 sempre al Cinema Prealpi di Saronno i ragazzi di Ufo racconteranno la loro esperienza.

Nel video presentato ieri all’inizio dell’incontro, si racconta anzitutto l’intento della manifestazione prendendo le mosse dal titolo “L’esistenza umana è un’amicizia inesauribile”: riscoprire i mille volti dell’amicizia non solo nell’ambito personale ma anche sociale e politico, a partire dall’educazione e dalla scoperta del vero e del bello, ad esempio attraverso figure di grandi personalità come don Luigi Giussani, Dorothy Day, don Pino Puglisi e don Lorenzo Milani. Vari incontri saranno dedicati alla letteratura, negli anniversari di Alessandro Manzoni e Giovanni Testori e nei 40 anni del romanzo “Il cavallo rosso” di Eugenio Corti. Di fronte ai drammatici scenari delle guerre, ci saranno testimoni di tutto il mondo, accomunati dal credere nel dialogo e nella fraternità tra le persone e i popoli: tra questi le monache trappiste di Azer in Siria.

Sarà approfondito anche l’impatto dei dieci anni di pontificato di papa Francesco sulla creazione di “amicizie sociali”. Per la prima volta poi al Meeting verrà omaggiata con una grande mostra la figura di Alberto Burri, tra i maggiori maestri dell’arte del Novecento, con la sua capacità di valorizzare la materia come via per incontrare la bellezza del reale. Sarà presente in fiera un’opera di dimensioni colossali del maestro di Città di Castello. Da un’idea del cantautore Giovanni Caccamo e con il supporto dei Musei Vaticani nascerà una mostra che coinvolgerà artisti contemporanei di primo piano sulle parole chiave del mondo giovanile. Il Meeting proporrà poi sei mostre in un unico percorso, che ci porta dall’energia (e il suo uso nel quadro dell’alleanza tra uomo e natura), all’ambiente – con un’esposizione ispirata al Cantico delle creature di san Francesco – alla vita lavorativa nell’era digitale e allo sviluppo della vita sociale nelle nostre città, fino ad esperienze di accompagnamento dei giovani nell’affrontare le sfide della vita quali Kayròs, Portofranco e Piazza dei Mestieri. Una bellissima storia di amicizia sarà raccontata anche nello spettacolo inaugurale del Meeting, “Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano”, capolavoro di Eric-Emmanuel Schmitt, con Sergio Rubini come protagonista. Ci sarà un evento dedicato alla cantautrice milanese Adriana Mascagni, scomparsa di recente. Presso il Villaggio Ragazzi, uno spazio di 3.700 mq, si svolgerà un programma ricchissimo, con circa 200 eventi dedicati a bambini e ragazzi da 0 a 14 anni di età, e l’area sportiva, che quest’anno vedrà protagonisti gli atleti del Derthona Basket.

Anche al termine del prossimo appuntamento  sarà possibile degustare una selezione di vini lombardi. Il ricavato a offerta libera andrà a sostenere le spese del Meeting di quest’anno.


Vuoi ricevere le principali notizie in tempo reale?

Su Whatsapp invia il messaggio “notizie on” al numero + 39 3202734048
Su Telegram cerca il canale @ilsaronnobn o clicca su 
https://t.me/ilsaronnobn
C’è anche la newsletter: clicca qui per info e iscrizione

1 commento

Comments are closed.