SARONNO – Una trasferta a Varese per ricordare “Dede”, vale a dire Daniele Belardinelli, il tifoso morto in seguito agli scontri che ci sono stati fuori dallo stadio Meazza di San Siro in occasione della partita di campionato Inter-Napoli. Su una cancellata dello stadio Franco Ossola è comparso infatti uno striscione firmato dal “Fronte ribelle”, il gruppo di tifosi ultras saronnesi, gemellati con il Varese calcio. “Riposa in pace fratello Dede”, c’è scritto, con a fianco la firma del gruppo fondato nel 1993.

Daniele Belardinelli è morto poche ore dopo essere stato investito da un Suv durante i disordini scoppiati poco prima della gara Inter-Napoli, una mega rissa che ha coinvolto quasi un centinaio di persone delle opposte fazioni. Il gruppo saronnese ha voluto così ricordare la figura del capo dei “Blood honour”, come detto gemellato con il Fronte ribelle, e a sua volta vicinissimo ai tifosi ultras dell’Inter. La dinamica della sua morte è in via di chiarimento, l’unica cosa certa è che Belardinelli, nel corso degli scontri, si è ritrovato in mezzo alla strada, a qualche centinaio di metri dallo stadio di San Siro ed è stato investito proprio in quel momento. Inutili i soccorsi.

29122018

1 commento

Comments are closed.