SARONNO – Un malore, che poteva essere fatale: le vie respiratorie ostruite, la difficoltà anche solo a parlare o chiedere aiuto. E se non fosse stato per i passanti, oggi forse la ragazza che si è sentita male domenica pomeriggio nei pressi della stazione centrale non sarebbe più tra noi. La storia la racconta direttamente la madre dell’interessata, con un post su Sei di Saronno se…: «Mia figlia si è sentita male in stazione a Saronno a causa di un forte attacco allergico. Vorrei ringraziare le persone che le hanno prestato i primi soccorsi e chiamato l’ambulanza. Le avete salvato la vita. Non so chi sia stato e mia figlia purtroppo non ricorda molto, a parte quattro o cinque ragazzi non italiani e una signora … Grazie, grazie, grazie e ancora grazie chiunque voi siate. Grazie ai volontari dell’ambulanza, al personale del pronto soccorso e del reparto di pediatra». Un ringraziamento che non è passato inosservato ai ragazzi che hanno chiamato i soccorsi. «Non vogliamo meriti», commenta uno di loro, «abbiamo semplicemente fatto quello che andava fatto. Non poteva vederla così senza fare nulla». Una storia di attenzione al prossimo che va a buon fine, una storia che fortunatamente si può raccontare con un sospiro di sollievo, visto che la crisi allergica è stata superata e la ragazza ora sta bene.

04082017

1 COMMENTO

  1. Allora gli stranieri sono in grado di compiere anche gesti degni di essere menzionati (in positivo)? Credevo fossero solo parassiti, clandestini, delinquenti e nullafacenti…

Comments are closed.